C’è tempo fino al 20 gennaio per salvare la Manor
Poco più di una settimana per cercare i capitali necessari ed evitare il fallimento del team di Bunbury




12 gennaio 2017 - 10:29

La Manor è sempre più in crisi. Come vi avevamo annunciato qualche giorno fa, la scuderia britannica è entrata in regime di amministrazione controllata nei primi giorni del 2017, anche se l’attività di preparazione della monoposto per la prossima stagione è tutt’altro che ferma.

Manor verso l’amministrazione controllata. Futuro appeso a un filo

A Bunbury, il progetto è già in fase avanzata ed è pronta a iniziare la fase di produzione, con le due scocche già a disposizione, ma è ancora tutto fermo proprio a causa della situazione amministrativa dell’azienda, che non può permettersi ulteriori spese se prima non entrano i capitali richiesti.

Secondo le ultime indiscrezioni, la data cruciale per le sorti del team sarebbe fissata al 20 gennaio: o si trovano dei finanziatori pronti a investire nel team entro quella data oppure sarà dichiarato il fallimento. In Inghilterra, però, restano comunque ottimisti e non vogliono lasciare nulla al caso, perché vogliono arrivare pronti alla nuova stagione di Formula 1.

Dopo l’interesse di KFC (Approfondimento) e di una cordata di imprenditori cinesi capeggiati dall’ex responsabile della McLaren Ron Dennis (Approfondimento), adesso pare che siano iniziate delle trattative per la rilevazione del team con un business man canadese.

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: