Intervista Esclusiva a Marco Massarutto: “A breve nuovi aggiornamenti. Stiamo sperimentando nuovi tarmac”




18 Gennaio 2015 - 15:45
Negli scorsi giorni siamo riusciti a raggiungere Marco Massarutto, product manager di Assetto Corsa, simulatore di guida uscito da qualche settimana ufficialmente sulla piattaforma “Steam” dopo un lungo periodo di accesso anticipato.
Il gioco è stato realizzato da una cerchia piccolissima di appassionati, 12, provenienti da tutto il mondo. Assetto Corsa non è il primo prodotto di casa Kunos, infatti già nel lontano 2006 usciva NetKar PRO mentre qualche anno dopo veniva realizzato Ferrari Driver Accademy.
Il gioco è attualmente disponibile al prezzo di 45€; a breve sarà rilasciato anche un DLC con la storica Nordschleife e tante vetture spettacolare.
Ciao Marco, innanzitutto complimenti per il grandissimo lavoro. Dopo l’uscita della versione 1.0 del gioco, qual’è la vostra opinione riguardo al programma “early access” appena conclusosi?
E’ talmente positiva che ci siamo chiesti come avremmo fatto senza di esso, in termini di potenzialità di betatesting, accessibilità progressiva e altro. Inoltre, la risposta del pubblico è stata grandiosa e ci ha dato la possibilità di portare avanti un programma di acquisizioni ed espansioni che diversamente sarebbe stato impensabile. Per noi è anche un ulteriore motivo di orgoglio averlo concluso con successo, dato che abbiamo constatato che spesso i titoli early access non giungono ad un epilogo positivo.
E’ veramente soprendente come un piccolo gruppo di appassionati riesca a realizzare un prodotto di incredibile fattura come AC, simulatore di riferimento per gran parte dei simracers. Ci puoi spiegare com’è stato possibile? 
La risposta richiederebbe di passare in rassegna tutta la nostra storia, e sarebbe troppo lunga, ma in sintesi: una passione fuori dal comune: gran parte del team di sviluppo ama e segue da anni il genere, e ha competenze tecniche di spessore, sia nell’industria videoludica che automobilistica. Questo ci ha permesso di restare focalizzati e specializzarci sul genere di nostro interesse, anziché spaziare in settori che non ci appartengono. L’aver analizzato e fatto tesoro dei nostri errori: netKar Pro, la nostra prima produzione del 2006, all’inizio fu criticato almeno quanto oggi Assetto Corsa viene esaltato. Ma senza netKar PRO, oggi non ci sarebbe Assetto Corsa. E’ stato un bel banco di prova per capire cosa può funzionare, e cosa no.  Aver creato una strategia di lungo termine per realizzare una tecnologia software che fosse licenziabile e portasse pertanto le risorse e il know-how necessari per realizzare il gioco. L’aver re-investito sempre una parte consistente degli utili in nuove risorse umane e per l’acquisizione di nuovi contenuti. Tutte queste cose, il pubblico le ha percepite e apprezzate, e ci ha ripagato.
Passiamo ad alcune domande legate al gameplay. Sappiamo tutti che l’IA è il punto debole di qualsiasi gioco di guida. Al momento in AC non sempre riesce ad essere competitiva, avete in programma qualche miglioramento? Per esempio uno slider per l’aggressività?
Stiamo lavorando per bilanciare diversamente l’AI e renderla meno remissiva, ovviamente lasciando la scelta agli utenti, a vantaggio dei giocatori più competitivi. Cercando inoltre di migliorarne il comportamento generale, e anche le prestazioni ai livelli più avanzati. E’ una sfida che corre su due livelli: il primo, riuscire a realizzare qualcosa che risulti interessante sia per i meno esperti che per i piloti più forti. Assetto Corsa sta conquistando una fascia di pubblico molto ampia che è andata ben oltre la nicchia del “simracing”, quindi è necessario lavorare per soddisfare aspettative e livelli di bravura diversi. La seconda sfida riguarda la necessità di realizzare un algoritmo bilanciato per gestire tanto una Abarth 500 che una Ferrari, che hanno pesi, prestazioni e spazi di frenata diametralmente opposti.
Introdurrete la simulazione di temperatura e usura dei freni?
E’ uno degli elementi della nostra “lista dei desideri”, valuteremo l’opportunità di implementarla a tempo debito.
Parlando di online; sono previsti ulteriori miglioramenti al netcode e all’ottimizzazione degli FPS, entrambi in alcuni momenti un po’ “ballerini”?
Assieme al Dream Pack stiamo lavorando ad un update molto corposo che introdurrà la gestione delle bandiere di gara, una diversa gestione delle penalità e ottimizzazioni grafiche che dovrebbero risolvere diverse criticità relative agli FPS sia in single che in multiplayer. Siamo riusciti a identificare le cause dell’instabilità del frame rate in situazioni particolari, e a risolverle.
Domanda scomoda e scontata. A breve uscirà il Dream Pack con tante vetture e il tanto atteso Green Hell. Rispetto alla data, avete qualche novità in più? Fa caldo o freddo? 😀 Credete che in futuro ci saranno altri contenuti aggiuntivi a pagamento, oltre ai free content già programmati? 
L’attesa prolungata sul rilascio del Dream Pack è dovuta proprio al fatto che è nostra volontà continuare a migliorare anche la struttura di gioco e le feature esistenti, piuttosto che introdurre soltanto nuovi contenuti. Ma ormai parliamo di setimane, non di mesi.
Sappiamo che ci sono già due altri tracciati in realizzazione, Circuit de Cataluna e Zandvoort. Con tutto il successo del vostro prodotto, siete riusciti a firmare nuove licenze per nuovi tracciati o siete già soddisfatti del parco piste in AC?
Abbiamo acquisito anche la licenza di Brands Hatch, che andrà in produzione quest’anno. Direi che siamo molto soddisfatti. Anche in considerazione dei costi complessivi di un singolo circuito, che tra licenza, logistica, laserscan e produzione può superare i 100.000 Euro.  Ecco perché in tutte le produzioni racing  c’è uno sbilanciamento tra il numero di auto e di piste disponibili, molte delle quali spesso sono fictional.
Verrà migliorato il supporto per OculusRift, già giunto ad un buon livello comparandolo ad altri titoli simulativi?
Quando Oculus VR porterà finalmente sul mercato la versione retail e definitiva dell’Oculus, valuteremo come supportarlo nel modo migliore, come abbiamo fatto finora con le versioni DK.
Ti inoltro anche alcune domande che mi sono state poste da alcuni utenti della community Assetto Corsa Italia. Cosa ne pensate del livello raggiunto dai modders? Ci sono altre mod degne di entrare nella line-up ufficiale di AC, come per esempio avete fatto con la Shelby Cobra? Ci sarà un upgrade al KSEditor?
Sapevamo che c’erano modders davvero di livello, ma alcuni ci hanno davvero sorpreso, come nel caso di The_Meco con la Shelby Cobra. Un gruppo selezionato di loro sta già collaborando con noi ad alcune delle prossime auto ufficiali di Assetto Corsa, perché si tratta di professionisti appassionati e competenti. L’editor sarà aggiornato nel momento in cui dovessimo implementare nuove feature grafiche o nuovi shader.
Avete pensato di proporre i circuiti al contrario ed altri tracciati Hillclimb oltre alla Trento-Bondone?
Al momento no, perché si tratta di percorsi molto estesi e la produzione è perfino più impegnativa di quella di un circuito standard. Ma sono abbastanza convinto che la Nordschleife vi terrà impegnati molto a lungo. 🙂
Il vostro motore fisico al momento sembra essere il migliore sul mercato. Quale sarà in futuro il prossimo step per migliorare la simulazione nei nostri PC?
Estendendo la simulazione a modelli dinamici che sfruttano tecnologie diverse, come ad esempio il 4WD o sistemi di sospensioni come il ponte De Dion. L’aerodinamica è un altro aspetto nel quale c’è sempre margine di miglioramento, perché i dati disponibili aumentano sempre di più estendendo la conoscenza che abbiamo della materia.
Studierete la possibilità di aggiungere tarmac differenti (sterrato etc.)?
Stiamo facendo qualche esperimento al riguardo, ma si tratta di qualcosa che per portare a risultati di livello richiede una ricerca approfondita e non frettolosa.
A quando il supporto per il dpad dei vari volanti? 
Questa è una domanda a cui ci piacerebbe rispondere positivamente: la complessità di Assetto Corsa in termini di funzionalità, gameplay e setup rende l’interfaccia molto mouse-dipendente: spero tuttavia che in futuro riusciremo a comandare via dpad almeno le funzionalità base: ma è una speranza, non una promessa.
Dopo anni, non vi da fastidio il rumore delle auto da corsa sotto l’ufficio?
Sicuramente non sono rumori “molesti” 😀 , e più è alto il rumore, più aumenta la possibilità che stia girando qualche auto interessante! 😀
Vi hanno mai detto i vostri genitori “Trovati un lavoro serio invece di giocare ai videogiochi”?
Be’, il core team di Assetto Corsa è composto da “vecchietti” che hanno raggiunto o superato la soglia dei 40, quindi suppongo che abbiamo vinto le eventuali perplessità dei nostri genitori per stanchezza! Ma come ripeto spesso, una delle sfide del nostro lavoro è convincere chi viene a visitarci che stiamo lavorando, e non giocando.. 😀
Per concludere, una notiziona bomba?
La licenza Lamborghini è sicuramente la notizia bomba con cui abbiamo aperto l’anno. Non intendiamo certo far passare il 2015 senza sorprendervi ancora…
Rigraziamo infinitamente Marco Massarutto per la disponibilità e auguriamo a Kunos un ottimo proseguo di 2015.

 

Non ci sono commenti