Villeneuve durissimo: “Verstappen deficiente. La FIA lo protegge perché vuole creare una superstar”




28 Agosto 2016 - 18:34

SPA FRANCORCHAMPS – Jacques Villeneuve non ha mai amato Max Verstappen, e in più di un’occasione ha pizzicato il pilota olandese nel momento in cui questo si rendeva protagonista di errori grossolani. Il campione del mondo 1997, in diretta nel Paddock Live di Sky Sport F1, non si è risparmiato nemmeno dopo quanto fatto oggi in pista da Verstappen, che in partenza è entrato in collisione con Raikkonen e poi in gara ha buttato fuoripista Alonso e Raikkonen, frenando anche in faccia al finlandese nel mezzo del rettilineo del Kemmel.

“Meglio che non dica tutto quello che penso, sennò mi ritirano il pass per venire alle corse,” ha affermato Villeneuve. “Quello che ha fatto oggi Verstappen è inaccettabile. La sua non è aggressività: lui guida senza esperienza, e manca di intelligenza mentre guida. Il problema è che la FIA non lo punisce mai: la passa sempre liscia, e lui sa che può continuare a guidare in modo scorretto, perché tanto non gli fanno niente. Probabilmente la FIA vuole creare una superstar e gli lasciano fare tutto quello che vuole. Altri sono stati punti per molto meno, mentre Verstappen non è mai penalizzato. E’ inaccettabile questo. La manovra in partenza non è scorretta, ma poco intelligente: deve capire che non si vince alla prima curva. Ma è quello che ha fatto dopo che è stato bruttissimo. Ha buttato due volte fuori dalla pista gli avversari, e non gli hanno fatto niente. Aspettano che ammazzi qualcuno?”

Villeneuve, in risposta a uno spettatore che gli chiedeva di scendere in pista per far capire al pilota della Red Bull come si guida nei duelli, ha poi aggiunto: “Meglio di no, perché io non mi chiamo Verstappen e quindi certe cose non posso farle. Poi finisce che gli tiro un pugno o lo butto nella ghiaia e non posso più correre. La Ferrari aveva buone possibilità oggi, ma non è mica colpa loro se c’era un deficiente lì in mezzo.”

Non ci sono commenti