Alonso critica il comportamento di Magnussen a Silverstone. Steiner: “E’ un frignone”
Il pilota spagnolo punta il dito contro la guida aggressiva del danese della Haas, che viene difeso dal suo team principal




GP Gran Bretagna
10 luglio 2018 - 19:37

Il GP di Gran Bretagna non ha portato il sereno in casa McLaren, ma la scuderia inglese è comunque riuscita a ottenere nella gara di casa quattro preziosissimi punti nel campionato costruttori. Nonostante una qualifica difficile, Fernando Alonso è riuscito a guadagnare qualche posizione grazie a una buona strategia che lo ha visto anticipare il pit stop rispetto ai diretti avversari.

Nella seconda parte di gara Alonso ha duellato a lungo con Magnussen per l’ottava posizione, e nel finale ha avuto la meglio nel corpo a corpo col danese ottenendo un altro piazzamento a punti in questo mondiale.

 

IL DUELLO FRA MAGNUSSEN E ALONSO

 

 

Alonso non ha però gradito il comportamento di Magnussen in fase di lotta. Secondo il pilota spagnolo, il portacolori della Haas è stato ancora una volta troppo aggressivo, rischiando di provocare un incidente. “Non ho mai visto niente del genere nella mia lunga carriera – ha premesso Alonso – Magnussen probabilmente era uscito di pista, ed è rientrato a cannone in curva 7. Io ero all’esterno e ho provato a superarlo, e per tutta risposta mi ha spinto fuori sulla ghiaia. Bisogna sempre lasciare un po’ di spazio se c’è un pilota affiancato a te; purtroppo qualcuno non lo fa, e non venendo punito continuerà a tenere la stessa condotta. Per colpa di quanto successo sono rimasto bloccato dietro al gruppetto trainato da Hulkenberg, e non c’è stato modo di passare chi mi stava davanti. Almeno alla fine ho superato Magnussen. Come al solito lui ha lottato duramente, forse troppo, e la FIA è stata tenera con lui. Alla fine non è cambiato nulla, perché l’ho passato in pista e mi va bene così, ma nel 99% dei casi manovre del genere vengono sanzionate con una penalità o l’ordine di cedere la posizione”.

Le parole del due volte campione del mondo non sono piaciute a Gunther Steiner. Il team principal della Haas ha infatti replicato al pilota della McLaren: “Non c’è da preoccuparsi delle sue parole. Stava frignando. Del resto è famoso per questo, perché piange sempre. E’ senza dubbio un pilota eccezionale, però si lagna di frequente e io preferisco che i miei piloti i sorpassi li facciano in pista piuttosto che ottenerli piangendo”.

 

Non ci sono commenti