Alonso medita il ritiro dalla F1 a fine anno
Il pilota della McLaren è tentato da un approdo in IndyCar sempre con la scuderia di Woking




12 giugno 2018 - 16:46

Il Gran Premio del Canada è stata l’ennesima mazzata al morale di Fernando Alonso. Il pilota spagnolo, che al sabato non è ancora una volta riuscito a passare il taglio del Q2 qualificandosi in settima fila, ha chiuso anzitempo la gara di Montréal per un problema agli scarichi della sua McLaren MCL33.

Alonso con la tuta della Toyota

Una volta ritirato, il due volte iridato ha cercato di dimenticare in fretta la brutta prestazione in uno dei weekend più bui della stagione, proiettandosi alla imminente 24 Ore di Le Mans – che affronterà con Toyota nella categoria LMP1 del WEC – ma non solo.

“L’inizio di gara è stato molto positivo e siamo riusciti a recuperare diverse posizioni soprattutto dopo la Safety Car – ha dichiarato Alonso Verso metà gara, però ho iniziato a percepire una perdita di potenza e siamo stati costretti a ritirare la macchina. È una situazione molto triste e frustante, sono dispiaciuto sia per il risultato sia per il fatto che non siamo stati competitivi in questo fine settimana. Dobbiamo migliorare la vettura, anche dal punto di vista dell’affidabilità, e trovare un modo per avvicinarci e competere con gli altri”.

“Ora, però, voglio concentrarmi sulla prossima 24 Ore di Le Mans, la mia prima da pilota in cui difenderò i colori della Toyota nella categoria più prestigiosa. Per quanto riguarda il mio futuro, invece, è ancora presto per parlarne. Il 2019 è lontano e, come gli anni passati, prenderò una decisione soltanto dopo l’estate. Al momento posso solo dire che una decisione importante sta sicuramente per arrivare” ha concluso lo spagnolo, lasciando aperta la possibilità di un passaggio in IndyCar nella prossima stagione, magari proprio con McLaren, che la scorsa settimana ha mandato alcuni delegati negli States per sondare il terreno.

 

Non ci sono commenti