Askew fa sua la Freedom 100 di Indianapolis per 7 millesimi su Norman
25 Maggio 2019 - 12:04
|
Doppietta dell'Andretti Autosport nella gara più importante della Indy Lights. VeeKay perde la leadership del campionato. Brutto incidente fra Windom e Malukas




INDIANAPOLIS – Terza vittoria stagionale in Indy Lights per Oliver Askew, anche se quest’ultimo successo ha però un sapore decisamente più dolce rispetto ai due conquistati al COTA. Il pilota dell’Andretti Autosport è infatti riuscito a trionfare nella gara più importante dell’anno, la Freedom 100 di Indianapolis, dopo essersi giocato la gara nell’ultimo passaggio col compagno di squadra Norman sul filo dei millesimi.

Askew è emerso nel finale, duellando col compagno di squadra Norman che aveva occupato la prima posizione per buona parte della corsa e ha completato in totale 29 giri al comando su 40. Norman e Askew sono arrivati all’ultimo giro vicinissimi, con il pilota di Jupiter che è riuscito a prendere la scia di Norman dopo l’ultima curva e a bruciarlo sul traguardo per soli 7 millesimi di secondo! Una beffa incredibile per il pilota più esperto della Indy Lights, alla sua terza stagione con l’Andretti Autosport, che ha visto sfumare proprio negli ultimi metri la vittoria più importante della sua carriera, nonché il secondo possibile centro in Indy Lights.

 

Indy Lights/Official Twitter

 

Terza posizione per VeeKay, che ha tenuto la leadership per sei giri, ma nel finale non è stato in grado di inserirsi nella battaglia coi piloti del team Andretti per la conquista della Freedom 100. Il pilota del Juncos Racing si è preso il podio nel rush finale, sopravanzando un velocissimo Sowery. Nonostante il buon risultato, VeeKay ha perso la prima posizione in campionato, ora appannaggio di Askew, che ha 11 punti di vantaggio sul pilota olandese.

Uno dei piloti più delusi di giornata è senza dubbio Sowery, che ha tagliato il traguardo in quarta piazza. Il pilota britannico ha molto da recriminare, perché è stato competitivo, ma ha vanificato ogni possibilità toccando Megennis al trentesimo giro e provocando una caution. Giudicato colpevole per l’incidente, che però ha visto Megennis solamente girarsi senza sbattere, Sowery è stato punito con la retrocessione in ultima posizione prima della ripartenza. Il pilota del team Pelfrey è però riuscito a rimontare e a lottare per il podio fino al traguardo assieme a VeeKay, che l’ha spuntata, e Kellett, che ha chiuso quinto.

Sesta posizione per Jarett Andretti, figlio di John Andretti. Il pilota statunitense, che ha corso col team di famiglia, si era girato in curva 4 nel giro di ricognizione senza conseguenze. Peggio è andata a Telitz, chiamato all’ultimo minuto dal Belardi Racing e costretto a perdere i primi cinque giri della gara per un problema tecnico. Fuori al secondo giro Malukas Windom, coinvolti in un incidente.

 

 

Immagine in evidenza: ©Indy Lights/Official Twitter



Non ci sono commenti