Attila Tassi conquista la pole per Gara 3. Prima fila tutta Honda KCMG
07 Luglio 2019 - 13:42
|




Qualifica eterna quella disputata questa mattina a Vila Real e valida per le griglie di Gara 2 e Gara 3 della Race of Portugal, sesta tappa 2019 del FIA WTCR. Due ore di sessione causate da due contatti con le barriere, con Augusto Farfus nel Q1 e Kevin Ceccon nel Q2. L’impatto del pilota brasiliano ha costretto a rinviare di qualche minuto il via della seconda sessione, per riparare le barriere. Quello dell’italiano ha interrotto il Q2 per quasi mezz’ora, dopo che la sua Alfa Romeo Giulietta Veloce ha perso addirittura la ruota posteriore destra.

Al termine di questa sessione eterna, Attila Tassi ha conquistato la pole position con il tempo di 1:59.808. Per l’ungherese si tratta della prima nel Mondiale Turismo, inoltre lui è il secondo pilota magiaro a ottenere il miglior tempo, dopo il longevo Michelisz. Secondo tempo per Tiago Monteiro che infiamma il pubblico di casa, ottenendo il suo miglior risultato in qualifica dal ritorno successivo all’incidente di settembre 2017. La coppia Tassi-Monteiro regala per la prima volta una prima fila intera all’esordiente KCMG.

Terza e quarta posizione tutta in famiglia con Yann Ehrlacher a precedere lo zio Yvan Muller, con le uniche Lynk&Co ad aver superato il taglio del Q1 e ad aver ottenuto l’accesso in Q3. Quinta posizione con un giro poco entusiasmante per Rob Huff, unico rappresentante della Volkswagen in top ten.

Rimasto escluso dalla fase finale e quindi scatterà dal sesto posto in Gara 3: Jean-Karl Vernay, migliore dei piloti dell’Audi. Con il 7° tempo ad appena 18 millesimi Nicky Catsburg che solleva la Hyundai da una domenica mattina che sarebbe stata disastrosa. Il pilota olandese, infatti, ha piazzato sì la sua i30 in quarta fila, ma è anche l’unico rappresentante della casa nelle prime sette. Il secondo degli alfieri Hyundai è Norbert Michelisz con il 15° tempo, seguito a due decimi da Gabriele Tarquini.

A chiudere la top ten Mikel Azcona, Esteban Guerrieri e Ma Qing Hua. Il pilota cinese di Alfa Romeo e il leader del mondiale partiranno rispettivamente in prima e seconda posizione nella griglia di Gara 2. 11° tempo per Nestor Girolami, ultimo dei piloti qualificati nel Q2. Kevin Ceccon, che aveva ottenuto il pass al Q2 registrando il secondo miglior tempo nel Q1, ha visto cancellarsi il proprio tempo per aver causato bandiera rossa. Per questo motivo, inoltre, sarà costretto a partire dal fondo dello schieramento.

A ereditare il suo posto in sesta fila è quindi Frederich Vervisch, escluso al termine del Q1 per soli 3 millesimi a vantaggio del compagno di marca JK Vernay. Tanti sono i big eliminati dopo la prima manche, oltre ai due Hyundai citati precedentemente. Tra questi figura Thed Bjork che ha registrato il 15° tempo, Andy Priaulx con il 18° e Augusto Farfus con il 20°. Il brasiliano ha terminato in anticipo la sessione per aver distrutto la sospensione anteriore destra della sua i30, in seguito al contatto con le barriere.

Immagine in evidenza: © FIA WTCR Media Press / Florent Gooden / DPPI



Non ci sono commenti