Barbosa ed Albuquerque trionfano a Long Beach
15 Aprile 2019 - 9:49
|
La Cadillac dell''Action Express ha battuto le due Acura. Successo per la Porsche in GT Le Mans




Grande spettacolo nella prima sprint race del campionato IMSA, andata in scena sul cittadino di Long Beach. Dopo le grandi classiche di Daytona e Sebring, si è tornati ad una configurazione che sarà piuttosto frequente nell’arco della stagione, vale a dire di gare piuttosto brevi e su tracciati molto tortuosi. Il successo è andato alla Cadillac DPi #5 dell’Action Express Racing, condivisa da Filipe Albuquerque e Joao Barbosa. Il podio lo hanno completato le due Acura del Team Penske, con la #7 di Castroneves-Taylor che ha preceduto la #6 di Montoya-Cameron. Trionfo Porsche in GT Le Mans, con la vittoria che è stata conquistata dalla #912 di Earl Bamber e Laurens Vanthoor.

In partenza, Castroneves è stato bravo a tenersi la testa della gara, seguito da Nasr. Strepitoso il via di Bomarito sulla Mazda #55, che rovina tutto poco dopo girandosi e causando la prima full course yellow. Questa vettura perde un giro per cambiare muso, mentre la Cadillac #10 di Jordan Taylor subisce un drive through per aver superato con le bandiere gialle. Erroraccio sull’altra vettura dell’Action Express, ovvero la Cadillac #31. Pipo Derani è costretto ad una sosta in più a causa di un errore nel montaggio di una gomma, che compromette la loro gara. La vettura del Wayne Taylor Racing, dopo aver scontato la penalità va a sbattere con Renger Van der Zande, finendo addirittura nel paddock dell’Indycar. Brutto colpo per i leader del campionato.

La lotta per la vittoria si restringe così alle Acura e alla Cadillac #5: Ricky Taylor è più agile nel traffico e riesce ad avvicinarsi ad Albuquerque, ma il portoghese è bravissimo a difendersi fino a conquistare la bandiera a scacchi. Clamoroso il finale in GT Le Mans. La Ford #66 rimane senza benzina, Magnussen tampona quindi Muller che non aveva accelerato improvvisamente, con la Ford che va a muro e la Corvette che pur danneggiata, assieme alla #4 passa sotto la bandiera a scacchi. Quinto Pilet sulla #911, sesta la Ford #67, ultime le due BMW.

Immagine in evidenza: ©Action Express Racing Twitter Page



Non ci sono commenti