Bulega salta il Giappone dopo un incidente domestico
16 Ottobre 2018 - 10:43
|
GP Giappone
Al suo posto Vietti Ramus, dall’annno prossimo in Moto3. Per il numero 8 in forse anche Phillip Island

Causa un piccolo incidente domestico e conseguente intervento chirurgico per suturare alcuni tendini della mano destra, su consiglio dei medici e per agevolare il processo di recupero, Nicolò Bulega è costretto a saltare il Gran Premio del Giappone, ma resta fortemente in dubbio anche la trasferta in Australia. Al suo posto, dal CEV, esordirà nel Mondiale Celestino Vietti Ramus, che correrà con lo Sky Racing Team VR46 il prossimo anno in Moto3.

Lo Sky Racing Team VR46 annuncia i piloti per il 2019, Bulega passa in Moto2

Lo affiancheranno Francesco Bagnaia, Luca Marini e Dennis Foggia, che torneranno in pista dopo essere stati protagonisti in Thailandia con tre podi, una vittoria e la prima doppietta del Team al termine di una storica domenica. Al via per loro l’impegnativo trittico tra Asia e Australia: primo appuntamento a Motegi.

Entrambi in un ottimo momento di forma, Pecco e Luca affronteranno il particolarissimo circuito giapponese, caratterizzato da violente staccate, per accorciare ancora le distanze nella classifica riservata ai Team che ora li vede al secondo posto con 25 lunghezze da recuperare. Pecco inoltre, si presenta al Twin Ring con un bottino di 28 punti sul suo diretto avversario nella generale.

Dopo il primo podio in carriera di Dennis e un’altra Top 10 di Nicolò, anche il team della Moto3 è pronto a partire per il lungo viaggio fuori Europa. L’obiettivo è confermare le sensazioni positive delle ultime gare e supportare Ramus nel migliore dei modi al debutto nel Mondiale su una pista a lui sconosciuta.

“Purtroppo, a causa di un infortunio domestico, sono stato costretto a sottopormi ad un piccolo intervento chirurgico per saturare alcuni tendini della mano – racconta Bulega – Per evitare complicazioni e recuperare in tempi brevi, i medici mi hanno consigliato assoluto riposo, motivo per cui salterò la gara a Motegi e molto probabilmente anche in Australia. È un vero peccato perché in Thailandia, abbiamo chiuso il weekend in maniera positiva con una settima posizione come risultato finale. Le sensazioni erano buone e potevamo terminare la stagione in crescendo. Faccio un grande in bocca al lupo a Celestino per il suo debutto nel campionato, sarà un’esperienza straordinaria”.

Da parte sua, Ramus si sente pronto per questo antipasto di Mondiale: “Sostituire un pilota causa infortunio è sempre qualcosa che lascia un po’ di amaro in bocca e auguro a Nicolò di recuperare quanto prima. Allo stesso tempo però, per me che arrivo da un Campionato inferiore e che non ho mai corso nel Mondiale, questa è una grande opportunità per iniziare a conoscere il team con cui gareggerò il prossimo anno e prendere confidenza con una di quelle piste che sarebbero state sconosciute. So che mi aspetta molto lavoro, sarà un salto davvero impegnativo e lavorerò per fare quanta più esperienza possibile”.

 

Immagine di copertina: Bonora Agency ©



Non ci sono commenti