Conway e la Toyota segnano il nuovo record del tracciato di Sebring
10 Marzo 2019 - 11:47
|
Ad una settimana dalla gara sono in corso i primi test in Florida con le vetture giapponesi subito in grande spolvero




Manca meno di una settimana al ritorno in pista del mondiale endurance. Le vetture sono ormai ferme da novembre, quando andò in scena la 6 ore di Shanghai sotto il diluvio totale. Il sesto appuntamento si disputerà sulla storica pista di Sebring, con una 1000 Miglia che scatterà nella serata di venerdì ( ora italiana) per concludersi sabato notte. Sono in corso attualmente due giornate di test sul tracciato della Florida, la prima delle quali ha visto la Toyota regnare abbattendo il precedente record della pista appartenente all’Audi R18 e-tron quattro nella stagione 2013.

Il nuovo primato lo ha stabilito Mike Conway, sulla TS050 Hybrid #7 in 1’41”211, risultando più veloce di quasi tre secondi rispetto alla vettura tedesca condotta da Marcel Fassler di sei stagioni fa. Al secondo posto l’altra Toyota, la #8 condotta da Fernando Alonso in 1’42”177. Queste prestazioni sono state staccate nella sessione pomeridiana, con Conway che era stato in testa anche al mattino seguito da Kazuki Nakajima. Lontane anni luce le LMP1 private e non ibride. La prima è la Rebellion-Gibson #3 di Thomas Laurent in 1’44”082, dunque accusa due secondi ed otto decimi di ritardo dal battistrada. Seguono le BR1-AER della SMP Racing, con la #11 di Mikhail Aleshin davanti alla #17 di Stephane Sarrazin.

Tra le LMP2 solo quattro le vetture presenti. Tra di esse spicca l’Oreca 07 Gibson #28 del TDS Racing, con Loic Duval in testa in 1’47”869, davanti di un solo decimo rispetto all’Alpine #36 di Andrè Negrao. Sia la vettura del team DragonSpeed che quelle del Jackie Chan DC Racing hanno deciso di saltare questa due giorni di test dopo che avevano preso parte a delle prove private assieme alla Toyota sempre qui a Sebring lo scorso mese.

In classe GTE PRO dominio delle Ford GT, marchio che ha annunciato la chiusura del programma a fine stagione. Davanti a tutti la #67 di Jonathan Bomarito, autore del miglior tempo in 1’58”318, davanti alla gemella #66 di Olivier Pla. Seguono le Porsche al terzo e quarto posto, poi le Ferrari 488 GTE. Pedro Lamy con l’Aston Martin #98 è in testa tra le GTE AM, assente la Corvette ufficiale che prende parte solo a questa gara del WEC oltre a Le Mans e Shanghai.

Immagine in evidenza: ©Toyota Motorsport Facebook Page



Non ci sono commenti