Cosa pensano i piloti della penalità a Sebastian Vettel?
10 Giugno 2019 - 10:56
|
GP Canada




 

I cinque secondi di penalità inflitti a Sebastian Vettel, i quali hanno negato al tedesco la prima vittoria stagionale, hanno scatenato l’ira dei tifosi e non solo. A liberare la propria indignazione verso la decisione dei commissari del Gran Premio del Canada ci sono anche diversi piloti ed ex che non hanno “digerito” quanto fatto dalla FIA nei confronti del pilota della Ferrari. Da campioni del mondo a vincitori dei campionati più disparati, fino a semplici ex piloti di Formula 1, tutti hanno espresso il proprio parere attraverso i canali social o attraverso il mezzo televisivo. Di seguito una carrellata delle opinioni di questi piloti.

Mario Andretti (campione F1 1978, vincitore Indy 500 1969): “Penso che il ruolo dei commissari sia quello di penalizzare le mosse palesemente pericolose, non errori che sono risultato di una dura lotta. Quanto accaduto al GP del Canada non è accettabile ai livelli di questo grande sport.”

Nigel Mansell (campione F1 1992): “Questa penalità di 5 secondi è ridicola, Seb è stato bravo a non colpire il muro. NON C’E’ GRIP SULL’ERBA! Non c’era spazio in quel punto della pista. Cosa avrebbe dovuto fare Seb? Cose da pazzi, in quel punto lui era passeggero della vettura. Davvero imbarazzante. Non c’è divertimento nel guardare questa gara. Due campioni che guidano brillantemente concluderanno con un risultato falsato.”

Jacques Villeneuve (Campione F1 1997 e Vincitore Indy 500 1995) ai microfoni di Sky Sport F1: “Una delle peggiori decisioni mai prese dai commissari nella storia della Formula 1. Non l’ho davvero capita. Avrebbero dovuto penalizzare Ricciardo per le chiusure su Bottas e invece vanno a penalizzare Vettel. E’ uscito fuori pista, è tornato in pista di traverso, cosa doveva fare? La sua auto era incontrollabile in quel momento, non poteva certo badare alla posizione di Hamilton. Lewis è la più grande star della F1, evidentemente c’è gente che gli vuole molto bene.”

Marc Gené (Vincitore 24h Le Mans) ai microfoni di Sky: “Hanno ucciso la gara, davvero un peccato. Ci hanno tolto un bel duello tra Seb e Lewis. Se non hanno penalizzato Ricciardo per la manovra su Bottas, potevano benissimo far correre una situazione del genere. I commissari dovevano almeno ascoltare il team radio di Vettel, prima di assegnare la penalità. In tanti pensiamo che non è giustificabile.”

Daniel Ricciardo (Vittima di una situazione simile a Monaco 2016 con Hamilton) ad Auto Motor und Sport: “Se si fosse spostato un po’ più a sinistra si sarebbe girato. Se avesse frenato sull’erba si sarebbe girato ugualmente. Non c’era molto spazio per Lewis, ma ce n’era a sufficienza. Ho avuto una situazione simile con Lewis nel 2016 a Monte Carlo. Ha tagliato la chicane del porto e mi ha quasi buttato contro le barriere una volta rientrato. In quel caso non ha ricevuto penalità. E’ stata una scelta giusta perché è stata una lotta dura.”

Jenson Button (campione F1 2009): “Per me è un incidente di gara. Non puoi fermare la vettura e restare fuori dal tracciato”

Damon Hill (campione F1 1996): “Dal mio punto di vista avrebbe potuto lasciare un po’ più di spazio, ma comunque abbiamo perso un grande finale a causa di una penalità. C’erano abbastanza dubbi per permettere loro di continuare. Ricordatevi Digione! (1979, Villeneuve vs Arnoux, ndr)” 

Allan McNish (Pilota F1 2002-2003, 3 volte vincitore alla 24h Le Mans e alla 12h Sebring): “Non sono sicuro di cosa Vettel avrebbe potuto fare di diverso quando è tornato in pista… con lo slancio che ha avuto sarebbe finito sempre dove è finito… difficile decisione”

Mark Webber (Pilota F1 2002-2013, Campione WEC 2015): “Qualcuno dei commissari ha mai guidato nelle prime posizioni in Formula 1?”

https://twitter.com/AussieGrit/status/1137842790241619969

Alex Wurz (Pilota F1 1997-2007, 2 volte vincitore della 24h Le Mans): “La mia osservazione sul ritorno di Vettel: il suo casco si è mosso per guardare gli specchietti solo dopo aver corretto la propria traiettoria! Se ha fatto scivolare la vettura così lontano è solo a causa delle leggi della fisica. L’assenza di spazio lasciato a Lewis è un fatto legato ai circuiti cittadini. Cosa è successo al #LasciamoliGuidare? Era abbozzato? Si! Una penalità? Non dal mio punto di vista.”

Felix Rosenqvist (Campione F3 2015, 3° in Formula E e SuperFormula nel 2017): “La cerimonia del podio ha mostrato che nessuno era felice di trovarsi lì, come risultato di una stupida penalità. Ha rovinato una grande gara per tutti noi fans… Gloria a Vettel per non esserci andato e a Hamilton per essere un grande uomo di sport.”

Tom Coronel (Campione Formula Nippon 1999, 4 volte vincitore nel WTCC): “Vettel ha fatto bene a non andare sul podio… in nessun altro campionato del motorsport danno questo tipo di penalità. Le corse sono le corse… lasciateli gareggiare. VETTEL SONO CON TE AL 100% QUESTA VOLTA”

https://twitter.com/TomCoronel/status/1137808870783557633

Marco Bonanomi (3° alla 24h Le Mans 2012): “Congratulazioni alla FIA che sta uccidendo questo sport e le vere battaglie in pista…”

Nico Prost (Vincitore di Classe alla 24h Le Mans): “Pura mer*a”

https://twitter.com/nico_prost/status/1137804293447278592

Per chiudere la carrellata di commenti sulla questione della penalità data a Sebastian Vettel, ecco anche il commento dei diretti interessati, ovvero del campione tedesco della Ferrari e del pilota della Mercedes, vincitore della gara di ieri.

Sebastian Vettel, durante uno dei Team Radio andati in onda: “Ma cosa credono? Sono uscito fuori pista, ho fatto delle correzioni sull’erba per riprendere l’auto. Cosa dovevo fare?!? E’ davvero assurdo! Ho solo cercato di recuperare il controllo della macchina.”

Lewis Hamilton: “Se cerchi di spingere un pilota contro un muro, è giusto che tu prenda una penalità. Seb non ha fatto abbastanza per evitare il contatto, l’ho dovuto fare io, rallentando la mia andatura.”

Immagine in evidenza: © F1 Twitter Page



Non ci sono commenti