Daytona, 15esima ora: Battaglia tra Cadillac ed Acura, Ferrari comanda in GT
Alonso comanda davanti a Cameron e Ricky Taylor, disastro Mazda. Calado davanti alla Porsche di Vanthoor




27 Gennaio 2019 - 12:04

La 24 ore di Daytona è scattata nella serata di ieri ed ha regalato fino ad ora colpi di scena ed emozioni a ripetizione. Le Mazda che avevano fatto la pole con Jarvis ed erano etichettate come le favorite sono sparite ben presto dalla circolazione, a causa della rottura del turbo sulla #77 di Bernhard, mentre la gemella ha accusato noie idrauliche quando era al volante Pla.

La lotta è così diventata a due tra le Cadillac e le Acura: sul tracciato della Florida è arrivata da poco la pioggia e Fernando Alonso si sta esaltando sulla vettura #10 del Wayne Taylor Racing, che al momento comanda con una quindicina di secondi di vantaggio sull’Acura #6 di Cameron. Poco staccata la gemella #7 di Ricky Taylor, mentre al quarto posto c’è l’altra vettura a pieni giri che è l’altra Cadillac di Curran. Tra le LMP2 sta primeggiando l’Oreca 07 Gibson #81 della DragonSpeed con Ben Hanley alla guida. Staccata di tre giri la gemella #18 di Cullen.

Spettacolo come al solito in GT Le Mans. Poco fa una safety car ha riavvicinato il gruppo per il violento scroscio di pioggia. Alla ripartenza era in testa la Porsche di Laurent Vanthoor, davanti alla Ferrari di James Calado. Il britannico si è immediatamente sbarazzato della vettura tedesca ed ora ha un consistente vantaggio nell’ordine dei venti secondi. Terza la Ford di Bourdais mentre va segnalato l’incidente della Corvette #4 di Tommy Milner. Gara da dimenticare per le giallone.

Tra le GT Daytona primeggia la Mercedes di Luca Stolz, inseguita dalla sorprendente Acura di Justin Marks e dall’Audi di Kelvin Van Der Linde. Le vetture tedesche erano lontane anni luce in qualifica ma in gara stanno venendo fuori alla grande. Quarta la prima Ferrari di Westphal.

Immagine in evidenza: ©Wayne Taylor Racing Twitter Page

Non ci sono commenti