Ferrari, il logo Mission Winnow fa discutere gli australiani: le autorità avviano un’indagine




08 Febbraio 2019 - 14:27

Dallo scorso ottobre, quando in occasione del Gran Premio del Giappone la Ferrari ha presentato il nuovo title sponsor Mission Winnow si sono dette tante cose in merito a questa collaborazione, che non è altro che un marchio della Phillip Morris volto al futuro e ad alternative al fumo. Tutto ciò però non è ben visto dagli australiani, che rivedono nel logo un chiaro riferimento alla Marlboro, nota marca di sigarette e per anni sponsor principale di Ferrari, Alfa Romeo e McLaren. A fine anni 2000 è stato bandito in Formula 1 l’uso di sponsor del tabacco, e in occasione del primo Gran Premio della stagione 2019, come riportato dal quotidiano di Melbourne The Age le autorità australiane hanno avviato un’indagine, in particolare parliamo del Dipartimento federale della salute e del Dipartimento di salute e servizi umani dello stato di Victoria.

“Mission Winnow non ha nulla a che vedere con le macchine di Formula 1”, ha dichiarato John Cunnigham, attivista anti fumo australiano. Non si è fatta attendere però la risposta in merito da parte di Phillip Morris, che alle domande degli utenti sul proprio sito ufficiale ha dichiarato: “L’industria del tabacco è altamente regolamentata, rispettiamo sempre le leggi applicabili a tutte le nostre attività. La campagna non pubblicizza o promuove in alcun modo un prodotto del marchio. Questa campagna rispetta tutte le leggi, come quelle che fanno riferimento a pubblicità e promozione dei prodotti del tabacco”.

Immagine in evidenza: © Scuderia Ferrari Media Center

Non ci sono commenti