Frederic Vervisch porta Audi al primo successo in stagione
12 Maggio 2019 - 11:37
|




Questa domenica slovacca del World Touring Car Cup si apre sotto un cielo grigio che inizialmente non prevede pioggia, ma che pochi attimi prima del via tradisce tutti iniziando a riversare le prime gocce sull’asfalto dello Slovakia Ring.

Queste condizioni incerte portano uno stravolgimento nella classifica dopo pochi metri, con il poleman Nicky Catsburg e il team mate Norbert Michelisz risucchiati a centro gruppo. Buona la partenza di Ma Qing Hua che in curva 1 comandava il gruppo seguito dalla Cupra di Tom Coronel e l’Audi di Frederic Vervisch.

A centro gruppo un contatto tra Esteban Guerrieri e Niels Langveld ha messo fuori dei giochi il leader della classifica, mentre pochi metri più avanti anche l’Alfa Romeo di Kevin Ceccon ha detto addio alla corsa. Queste vetture insabbiate hanno costretto la direzione gara a mandare in pista la Safety Car, rimasta al comando del gruppo per due giri.

Alla ripartenza Ma Qing Hua non è riuscito a trovare nuovamente il ritmo per scappare via, e con i continui attacchi di Frederic Vervisch, il cinese ha commesso un errore in curva 3 che lo ha portato a perdere la leadership a vantaggio del pilota belga.

L’asiatico al volante dell’Alfa Romeo ha quindi dovuto mantenere i nervi saldi per tutta la gara per mantenere alle sue spalle la Hyundai di Norbert Michelisz, continuamente minacciosa.

Intanto le altre Hyundai sono state protagoniste di un’intesa sfida con le Cupra del PWR Racing e del ComToYou. Dopo diversi giri con le vetture spagnole davanti, l’armata coreana ha iniziato ad attaccare, senza esclusioni di colpi, portandosi in blocco davanti allo squadrone iberico. Un contatto tra Nicky Catsburg e Daniel Haglof ha inoltre portato lo svedese a perdere continuamente posizioni nei giri seguenti.

Al termine degli undici giri, due in più dei 9 in programma (causa uscita della Safety Car, ndr), Frederic Vervisch è transitato per primo sotto la bandiera a scacchi regalando così la prima vittoria stagionale ad Audi. Primo podio del 2019 per Alfa Romeo grazie a Ma Qing Hua giunto di un soffio davanti a Norbert Michelisz, accontentatosi della terza posizione.

Fuori dal podio la RS3 di Jean-Karl Vernay che ha corso in solitaria per l’intera durata della gara. Quinto posto per la Hyundai di Farfus che ha preceduto le vetture gemelle di Tarquini e Catsburg. Il brasiliano e l’italiano sono stati autori di un’incredibile rimonta dato che partivano rispettivamente 19° e 18°. Seguono quindi le Cupra di Tom Coronel al primo piazzamento in top 10 del 2019 e Mikel Azcona. Decima la wild card della settimana, con Luca Engstler autore di una buona gara.

Solo undicesima la prima della Lynk&Co con Yvan Muller. Alle sue spalle Gordon Shedden, poi le due Volkswagen di Rob Huff e Benjamin Leutcher. Esteban Guerrieri chiude la zona punti restando così alle spalle del team mate nella classifica piloti.

Immagine in evidenza: © Marcel Langer / DPPI

Non ci sono commenti