Herta da sogno a Road America: è il più giovane poleman di sempre della IndyCar
23 Giugno 2019 - 8:17
|
Il pilota dell'Harding-Steinbrenner Racing è riuscito a mettersi tutti alle spalle in una qualifica molto tirata. Problemi al motore per Dixon




ELKHART LAKE – Dopo aver scritto la storia in quel di Austin diventando il più giovane vincitore di sempre nella storia della NTT IndyCar SeriesColton Herta ha conquistato un nuovo record a Road America. A 19 anni e 83 giorni, il figlio d’arte si è guadagnato la nomea di poleman più precoce ottenendo la sua prima partenza al palo. Nelle qualifiche di Road America Herta è infatti riuscito a strappare la prima pole position della sua carriera, nonché la prima di sempre per il suo team, l’Harding-Steinbrenner Racing.

Con un giro spaziale nella Fast Six, Herta ha fermato il cronometro sull’1’42.9920, un riferimento inavvicinabile per gli avversari. Il pilota statunitense è stato l’unico in grado di scendere sotto il muro dell’1’43, e ci è riuscito nel momento decisivo delle qualifiche. Ancora una volta Alexander Rossi si è dovuto accontentare della seconda posizione, anche se può essere soddisfatto per essere stato l’unico in grado di avvicinarsi a Herta. Seconda fila tutta Penske, con Power tornato in alto a Road America e bravo a conquistare la terza posizione davanti al compagno di squadra Newgarden, leader del campionato. I due alfieri del team Penske sono stati gli unici piloti motorizzati Chevrolet a centrare l’accesso alla Fast Six: oltre alla prima fila, anche la terza è stata monopolizzata dalla Honda e nello specifico dal Rahal Letterman Lanigan Racing. In quinta e sesta posizione scatteranno infatti RahalSato, quest’ultimo chiamato a riscattare con un buon risultato il grave errore commesso in Texas quindici giorni fa mentre era in prima posizione.

 

Team Penske/Official Twitter

 

Bourdais ha mancato per un soffio la qualificazione alla fase decisiva ai fini dell’assegnazione della pole position: il pilota francese, vincitore a Road America nel 2007, partirà settimo davanti a Pigot. Qualifica da dimenticare per Dixon, che sarà costretto a partire dalla dodicesima posizione. Il cinque volte campione IndyCar non è potuto scendere in pista nel Round 2 a causa della rottura del motore Honda sulla sua DW12. Peggio è andata ad altri due top driver della categoria, quali sono Hunter-ReayPagenaud: entrambi non hanno superato la prima fase a eliminazione, e dovranno prendere il via dalla quindicesima e sedicesima posizione. Dietro di loro ci sarà Ericsson, un po’ in ombra dopo aver disputato un paio di gare convincenti. Ultima posizione per Kanaan, ancora in grande difficoltà in qualifica.

L’appuntamento col REV Group Grand Prix of Road America è fissato per le ore 18.30. La gara verrà trasmessa in diretta e in esclusiva su DAZN.

 

Immagine in evidenza: ©Harding-Steinbrenner Racing/Official Twitter



Non ci sono commenti