Jean-Eric Vergne resiste a Rowland e interrompe la striscia vincendo a Monaco
11 Maggio 2019 - 18:00
|
ePrix Monaco 2019
Il campione in carica è il primo a vincere due volte in stagione nella Season 5. Primo podio per Massa che chiude terzo davanti a Wehrlein




Jean-Eric Vergne interrompe la striscia dei vincitori diversi che va avanti da inizio stagione vincendo l’ePrix di Monaco diventando il primo a vincere due ePrix nella Season 5, conquistando la vittoria che mancava dall’appuntamento di Sanya. Il campione in carica è rimasto in testa per tutta la gara dopo esser partito dalla pole position, gestendo bene l’energia residua soprattutto nei minuti finali, quando alle sue spalle di era formato un trenino di quattro piloti con un ritmo nettamente superiore agli altri; Vergne è stato bravissimo a tenere dietro un arrembante Oliver Rowland che ha provato a insidiarlo fino alla bandiera a scacchi, ma l’inglese della Nissan e.Dams non è riuscito a essere incisivo su Vergne accontentandosi della seconda posizione finale, esattamente come a Sanya. Chiude terzo Felipe Massa che ottiene il suo primo podio in Formula E restando sempre nel gruppo di testa e resistendo con i muscoli a Pascal Wehrlein per ottenere la terza posizione alla bandiera a scacchi, passata con il 0% di energia residua; il tedesco della Mahindra rimpiange però un errore compiuto alla Saint Devote a inizio gara, andando lungo perdendo due posizioni mentre era secondo.

Molto più staccati gli altri, a partire da Sebastien Buemi che ha chiuso in quinta posizione ma mai capace di impensierire i primi se non nelle fasi iniziali di gara. Il campione della Season 2 è stato protagonista di una difesa aggressiva su Antonio Felix Da Costa in un tentativo di sorpasso del portoghese alla Saint Devote, con i due finiti ruota a ruota ma senza conseguenze, con il portoghese della BMW che chiude sesto. Mitch Evans chiude settimo: dopo la penalità subita al termine delle qualifiche che gli ha fatto perdere la possibilità di partire dalla seconda posizione, il neozelandese della Jaguar è stato capace ancora una volta di rimontare fino a raggiungere la zona punti, battagliando con i due piloti della Virgin Racing Robin Frijns e Sam Bird, entrambi costretti al ritiro per incidenti: il vincitore di Parigi è stato coinvolto in un contatto con Alexander Sims in un tentativo di sorpasso alla curva 1 finendo K.O., mentre Bird ha alzato bandiera bianca all’ultimo giro per via di una toccata a muro mentre era al sesto posto. Ottavo Daniel Abt davanti a André Lotterer, bravissimo a rimontare anche lui dalla 20° posizione in griglia fino alla zona punti, con Alex Lynn che chiude decimo e torna a punti alla terza gara dal suo ritorno in Formula E, nonostante abbia corso con l’ala danneggiata da metà gara per via di un contatto. Fuori dai punti Stoffel Vandoorne, 11° al traguardo, mentre Lucas Di Grassi è stato eliminato da Sims dopo un contatto tra i due alla curva 3, dove il brasiliano è finito contro le barriere mettendo fine alla sua gara.

La classifica del campionato vede il solito stravolgimento, con Jean-Eric Vergne che con questa vittoria va in testa a 87 punti, con il suo compagno di squadra alla DS Techeetah André Lotterer a seguire con 82 punti. Frijns scende in terza posizione restando a 81 punti, davanti a Da Costa a 78, Di Grassi a 70, Evans 67, D’Ambrosio 65 e Abt a 63.

Immagine in evidenza: © DS Techeetah / Official Twitter Page

Non ci sono commenti