La FIA dirama il nuovo regolamento della superstagione WEC
Nuovo sistema di punteggio, mondiale LMP1 ai team, equivalenza tra motori ibridi e tradizionali le grandi novità del nuovo campionato




07 dicembre 2017 - 12:56

Quando mancano ancora circa sei mesi alla 6 ore di Spa, che darà il via alla superstagione del mondiale endurance, la FIA ha reso note le regole che caratterizzeranno il nuovo corso dell’endurance. Cambierà radicalmente l’assegnazione dei titoli iridati per quanto riguarda la classe regina, la LMP1. Infatti il titolo costruttori non verrà più assegnato, dato che la Toyota sarà l’unico costruttore presente ufficialmente nella serie. Il titolo mondiale andrà ai piloti e ai team, novità rispetto alla scorsa stagione.

Sentiremo parlare di una casa campione del mondo costruttori solo nella classe GTE PRO, dove invece saranno moltissime le case ufficiali presenti. La lotta sarà tra la regina Ferrari, Porsche, Ford, Aston Martin e la rientrante BMW con la nuovissima M8. Confermati invece i trofei per i piloti LMP2 e GTE AM.

Dal punto di vista tecnico si tenterà di equiparare le prestazioni dei prototipi ibridi ( solo la Toyota in questa stagione), e le vetture endotermiche che formeranno il resto del parco partenti LMP1, schierate dai team privati. Questi ultimi avranno un peso vettura di 833 Kg, contro gli 878 delle TS050 Hybrid giapponesi. Avranno anche un maggiore flusso di carburante e potranno sfruttare la possibilità di sviluppare maggiormente le macchine dal punto di vista aerodinamico.

Il costo di iscrizione al campionato è stato diminuito da 360 000 a 310 000 euro per la classe maggiore, per cercare di favorire l’ingresso di più squadre private possibili, che hanno un budget enormemente inferiore a quelle ufficiali.

Altro sconvolgimento regolamentare riguarderà i pit stop. Infatti ci si avvicinerà molto a ciò che avviene nel campionato statunitense IMSA. Durante il rabbocco di carburante sarà possibile effettuare il cambio gomme, modificando radicalmente quelle che saranno le strategie da adottare in gara velocizzando le soste ai box.

Il punteggio sarà uguale agli anni passati per quanto riguarda le gare di 6 ore, mentre verrà modificato per Le Mans e Sebring, le grandi classiche della stagione. Alla 24 ore non ci sarà il raddoppio dei punti da assegnare, ma avverrà un incremento del 50% rispetto alle gare tradizionale. Al primo classificato andranno 38 punti contro i 50 del passato. Alla 1.500 miglia di Sebring invece, l’aumento corrisponderà al 25% rispetto alla normalità.

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: