La Mercedes sta avendo qualche problema con lo sviluppo della power unit 2019
08 Dicembre 2018 - 13:56
|
Wolff: "Abbiamo avuto dei contrattempi con il motore. Pensavamo di poter fare qualcosa di più"




Il mondiale 2019 può definitivamente consacrare la Mercedes nella storia della Formula 1. Dopo aver ottenuto cinque piloti consecutivi con Lewis Hamilton Nico Rosberg, eguagliando quanto fatto da Michael Schumacher con la Ferrari nel quinquennio 2000-2004, la Stella a Tre Punte vuole battere ogni record dell’era moderna arrivando a sei affermazioni piloti consecutive. L’intento è il medesimo anche per quanto concerne l’iride costruttori, anche se in caso di vittoria la Mercedes non supererebbe i risultati della Ferrari, che vanta sei titoli costruttori conquistati fra il 1999 e il 2004.

Il percorso verso la gloria della casa automobilistica tedesca sta però trovando degli ostacoli. Toto Wolff, azionista della Mercedes e figura di spicco del team, ha infatti rivelato che la power unit 2019 per il momento non sta offrendo i riscontri desiderati dai tecnici. Il lavoro di sviluppo del motore non sta procedendo nel migliore dei modi, a differenza di quello sul fronte aerodinamico, che sta dando segnali incoraggianti.

 

 

“Abbiamo trascorso delle buone settimane in galleria del vento, mentre per quanto riguarda il motore c’è stato qualche contrattempo – ha ammesso Wolff durante un evento a Madrid di Hewlett Packard Enterprise – Pensavo che il nuovo concept della power unit ci avrebbe dato qualcosa di più. Ad ogni modo i ragazzi sono ambiziosi esattamente come noi, perciò sono ottimista, però non si può mai sapere. I valori di forza li sapremo il sabato pomeriggio a Melbourne”.

Il manager austriaco ha inoltre spiegato: “In questa fase c’è un lavoro frenetico sullo sviluppo. Tutti cercano di trovare più downforce, ridurre il drag. Ovviamente anche il motore recita un ruolo importante, e si cerca sempre di trovare maggiore potenza. Noi ci stiamo dando obiettivi importanti, e abbiamo incrementato le nostre ambizioni sei settimane fa, perché ci è giunta voce che alcune squadre stanno lavorando molto bene. Vogliamo fare di più per arrivare preparati alla prima gara. In questo momento siamo ancora in salita”.

 

Immagine in evidenza: ©Mercedes Official Facebook/ Etherington-Wilhelm-Ripke



Non ci sono commenti