La redenzione di Vinales ad Assen: torna a vincere davanti a Marquez
30 Giugno 2019 - 15:30
|
GP Olanda
Grande gara dello spagnolo, che stacca di 4 secondi il leader del Mondiale. Sul podio uno stoico Quartararo, poi le Ducati e Mir. Disastro Rossi

Ci si rialza sempre dopo un periodo negativo. Anche dopo un inizio di stagione che aveva regalato tutte le emozioni, fuorché la gioia. Dopo che ben 3 piloti diversi lo avevano centrato in altrettante gare, Maverick Vinales ha rialzato la testa e ha indossato i panni del supereroe. Una gara superlativa, dove si è capito sin da subito che era proprio lui ad avere il passo migliore. Dopo una partenza come al solito non troppo esaltante, Maverick è riuscito comunque a rimanere agganciato al gruppo di testa, invertendo la rotta verso metà gara, sorpassando prima Quartararo e poi Marquez, per infine scappar davanti e dare ben 4 secondi di distacco a nientepopodimeno che il 7 volte Campione del Mondo. Vinales è tornato, vedremo se la Yamaha lo sosterrà.

Tutto sommato Marc Marquez si può dire soddisfatto, perchè mantiene la testa ed addirittura allunga, su un Dovizioso lunatico. Gara di strategia per il cabroncito, che ha preferito non affondare troppo gli attacchi e non rischiare il tutto per tutto. Ha dato tutto invece Fabio Quartararo, stoico e coriaceo a concludere la gara, sul podio, nonostante un braccio malconcio. Secondo podio in MotoGP, dopo la terza pole in stagione, con una moto che sul rettilineo proprio non ne voleva sapere di stare ferma e dritta. Chapeau.

Deludono le Ducati, con Andrea Dovizioso 4° e Danilo Petrucci 6°, a panino con Franco Morbidelli, ottimo 5°. Nonostante la bassa temperatura, le rosse non sono riuscite ad imporre il loro ritmo, incassando un distacco pesante di addirittura 14 secondi. 7° è Cal Crutchlow, davanti a Joan Mir, Jack Miller e Andrea Iannone. Disastro, invece, per Valentino Rossi, scivolato mentre tentava un sorpasso su Takaaki Nakagami, travolto (forse?) dallo stesso Dottore. Fuori anche Alex Rins, caduto mentre comandava la gara dopo un’eccellente partenza.

Immagine in evidenza: © motogp.com



Non ci sono commenti