Lorandi e Malvestiti si dividono i successi del weekend di F4 a Imola
31 Luglio 2018 - 16:20
|

GARA 1 – Leonardo Lorandi torna il leone che conoscevamo fino a dopo la tappa di Monza e attacca subito con forza, dalla terza piazza di partenza, prima Enzo Fittipaldi (Prema Theodore Racing) passandolo già nelle prime curve, e poi Federico Malvestiti (Jenzer Motorsport), partito in pole. Federico resiste bene nei primi giri, ma dopo circa 7 minuti deve cedere all’irruenza e alla velocità del pilota della Bhai Tech Racing, che allunga.

Alle loro spalle anche Giorgio Carrara (Jenzer Motorsport) riesce a passare Fittipaldi, approfittando di un tentativo del pilota brasiliano di superare Lorandi quando questo era ancora secondo. A circa sei minuti dalla fine entra la Safety Car per l’uscita di pista di Ido Cohen (Mücke Motorsport), che era in battaglia con Oliver Rasmussen (Jenzer Motorsport). Il gruppo così si ricompatta fino a due minuti dalla fine quando la Safety Car esce e Lorandi effettua un’ottima ripartenza con un buon allungo su Mavestiti.

Risultato finale: Lorandi, Malvestiti, Carrara, Fittipaldi, che riesce solo a contenere i danni, Petr Patcek (Bhai Tech Racing), primo dei Rookies e sempre più leader del Trofeo, e Gianluca Petecof (Prema Theodore Racing), secondo dei Rookie sia in gara che nella classifica del Trofeo, che lo vede quindi perdere punti rispetto al pilota della Repubblica Ceca. Terzo sul podio dei Rookie Niklas Krutten (Muecke Motorsport).

GARA 2 – Leonardo Lorandi (Bhai Tech Racing) a Imola è in assoluto il più veloce in pista e dalla pole deve solo resistere ad un primo attacco da parte di Olli Caldwell (Prema Theodore Racing) per poi allungare. La gara non è però facile per il pilota italiano che è costantemente tallonato da Caldwell, che dopo 6 minuti di gara segna infatti il miglior tempo, e dal suo compagno di squadra e primo avversario del pilota italiano in campionato, Enzo Fittipaldi. Quarto il poleman di Gara 1 e 3 Federico Malvestiti (Jenzer Motorsport).

Quando i distacchi dei primi sembrano essersi stabilizzati, a circa 18 minuti dalla fine un incidente fra Alessandro Famularo (Bhai Tech Racing) e Nazim Azman (Jenzer Motorsport) richiede l’ingresso in pista della Safety Car che ricompatta il gruppo. Lorandi alla ripartenza è tallonato da Caldwell, ma riesce in pochi giri nuovamente ad allungare. A circa 13 minuti dalla fine nuovamente una uscita di pista, questa volta da parte di William Alatalo che va in testacoda, ma riesce poi a ripartire. Nonostante ciò, la pista si sporca con il brecciolino portato in pista dal pilota della Mücke Motorsport, e la Safety Car è necessaria e ricompatta nuovamente il gruppo. Ancora rischi quindi per la prima posizione di Lorandi, che però riesce a vincere con alle spalle Caldwell, Fittipaldi, Malvestiti e il primo dei Rookie, e sempre efficace considerando anche la sua prima esperienza su un tracciato complicato e tecnico come Imola, Petr Pateck (Bhai Tech Racing, che allunga sempre più nella classifica del Trofeo Rookie.

GARA 3 – Federico Malvestiti (Jenzer Motorsport) corona il fine settimana di Imola con la vittoria in Gara 3. Alle sue alle spalle una battaglia impressionate per il secondo e terzo posto, conquistati rispettivamente da Enzo Fittipaldi (Prema Theodore Racing) e lo strepitoso Rookie, Petr Ptacek (Bhai Tech Racing).

Al via Malvestiti non parte benissimo e deve subito difendersi da Fittipaldi. Leonardo Lorandi (Bhai Tech Racing) è subito aggressivo dal terzo posto in griglia e punta alla terza vittoria. Ancora al primo giro Lorandi paga però l’irruenza, che era invece stata molto efficace in Gara 1, ed esce di pista pur controllando la vettura sulla ghiaia. L’uscita gli costa la posizione a favore del compagno di squadra Petr Ptacek. La battaglia fra i due sarà pazzesca fino alla fine della gara, ma sarà il più giovane pilota Ceco a conquistare il terzo gradino del podio dietro ad uno strepitoso Federico Malvestiti e ad Enzo Fittipaldi.

Nota di gara, la Safety Car entrata a seguito di uno spettacolare incidente al quarto giro che ha coinvolto William Alatalo, Ilya Morozov e Andrea Dall’Accio, e che non ha per fortuna avuto alcuna conseguenza per tre piloti, grazie anche all’altissimo livello di sicurezza dato dalle vetture della Tatuus, con standard FIA F3. Ancora una Safety Car al nono giro è entrata a seguito di un testacoda di Ian Rodriguez (DRZ Benelli ASD) che ha coinvolto anche Ido Cohen (Mücke Motorsport).

La classifica generale vede ora nuovo leader Leonardo Lorandi con 239 punti, davanti ad Enzo Fittipaldi con 223, Olli Caldwell con 153 e Petr Ptacek con 129. Ottima risalita di Malvestiti, quinto con 126 punti.

In classifica Rookie Petr Ptacek allunga a 300 punti, seguito dall’unico Rookie in grado di impensierirlo, Gianluca Petecof (Prema Theodore Racing) a 207 punti. Terzo, più staccato, Umberto Laganella (Cram Motorsport), a 138 punti.

Il prossimo, sesto e penultimo appuntamento dell’Italian F4 Championship Powered by Abarth si svolgerà a Vallelunga il prossimo 15-16 settembre.



Non ci sono commenti