Marquez fa il bis a Le Mans! Che spreco Dovizioso
Il cabroncito vince e vola a +36 nel mondiale. Secondo Petrucci, terzo Rossi, in terra Iannone, Dovizioso e Zarco




GP Francia
20 maggio 2018 - 21:15

Sempre più primo. Marc Marquez sembra davvero imbattibile. Che corra su una pista amica, o su una indigesta, o con una moto non perfetta, lui è sempre lì, davanti a tutti. Il pluricampione del mondo ha praticamente raggiunto la perfezione. Nonostante una partenza non troppo esaltante, Marc ha rimontato con lucidità e intelligenza, cercando di non stressare troppo gli pneumatici nella parte iniziale di gara per non incorrere in fatali cadute; nella seconda, complice la bandiera bianca alzata dai suoi diretti avversari, ha dovuto rispondere agli attacchi – più in termini cronometrici che fisici – di Petrucci, riuscendo però a regolarlo senza eccessiva fatica. Cabroncito, alla terza vittoria di fila e in stagione, ora guarda tutti dall’alto con 95 punti. Recuperarlo sarà molto difficile…

Seconda posizione per un grandissimo Danilo Petrucci. Il ternano, voglioso di conquistare la sella ufficiale di Jorge Lorenzo per il prossimo anno, ha sfoderato una prestazione di altissimo livello, dando la sensazione, per qualche giro, di potersela vedere ad armi pari con Marquez, salvo poi “accontentarsi” di una preziosissima seconda piazza. Sul podio anche Valentino Rossi. Il Dottore ha letteralmente guidato sopra i problemi della sua M1, un tempo dominatrice incontrastata del circuito francese, riuscendo ad agguantare un podio che fa repirare ma che non nasconde la grave situazione in cui verte la Yamaha, data anche la settima posizione di Vinales.

Quarto posto per un coriaceo Jack Miller, che con la Ducati dello scorso anno chiude ad un secondo scarso da Rossi e si mette alle spalle due campioni del mondo, ovvero Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo. Jorge, dopo una prima parte di gara in cui pareva “impeperonatissimo” (per dirla alla Guido Meda) e “leaderava” (per dirla alla Lorenzo) con grinta e tenacia, ha mollato inesorabilmente e ha concluso mestamente la gara in sesta posizione. A chiudere la top ten Vinales, un “incrinato” Crutchlow, Aleix Espargaro e Rins. Cadute clamorose invece per Andrea Iannone al primo giro, per Andrea Dovizioso, butta via un probabile podio per un banale quanto fatale errore alla curva 5 quando si trovava in testa alla gara e per l’idolo di casa, nonchè poleman di giornata, Johann Zarco, scivolato nel tentativo di star dietro a Jorge Lorenzo. Ora per la Ducati la situazione è davvero critica, soprattutto in termini di classifica, dove Dovizioso è distante davvero troppi punti da Marquez. Classifica ovviamente da prendere con le pinze, dato che le Yamaha, moto più in difficoltà del lotto, occupano la terza, quarta e quinta posizione.

Non ci sono commenti