Martin vince ad Assen e si prende la testa della classifica. Disastro Bezzecchi all’ultimo giro!
01 Luglio 2018 - 12:15
|
GP Olanda
In Olanda lo spagnolo conquista vittoria e primato in classifica, sul podio con lui Canet e Bastianini. Caduta all'ultimo giro per il pilota della VR46 Riders Academy

Ad Assen nessuno è mai riuscito a vincere la gara di Moto3 partendo dalla pole, ma oggi Jorge Martin ha centrato l’imprese. Lo spagnolo del team Del Conca Gresini ha corso superando i problemi della caduta del venerdì e ha trionfato sulla pista della Drenthe, portandosi al comando della classifica.

Sette decimi lo separano dai due piloti che salgono sul podio con lui: Aron Canet (Estrella Galicia 0,0) ed Enea Bastianini (Leopard Racing) sono rispettivamente secondo e terzo dopo un duello concluso solo sulla linea del traguardo.

Il colpo di scena della gara avviene all’ultimo giro: il leader (fino a quel momento) della classifica iridata Marco Bezzecchi scivola nel finale quando è quarto ed in lotta per il podio. Zero punti per l’italiano, che perde così la testa del campionato a favore del diretto rivale. Martin è infatti a quota 105 punti, ma l’alfiere del team PrüstelGP resta secondo ed i due sono separati da due sole lunghezze.

Occasione sprecata per il numero 12, partito dalla decima casella e terzo alla fine del primo giro. Durante tutta la corsa lotta con gli avversari per le posizioni migliori, nessuno riesce mai ad imporsi e l’iniziale tentativo di fuga di Martin è vano.

Con il podio di oggi, Bastianini vola verso il Sachsenring con 14 punti in meno dell’attuale leader della classifica ed è in terza posizione. Più indietro Fabio Di Giannantonio (Del Conca Gresini), solo nono al traguardo con quasi dodici secondi di ritardo dal vincitore. I due compagni di squadra sono separati da 21 punti ed il romano lascia Assen con il quarto posto nella generale.

I giri passano ma gli attacchi non si fanno attendere: Martin è al comando, ma deve guardarsi le spalle dagli arrembanti Canet, Bezzecchi, Bastianini e John McPhee (CIP-Green Power). I cinque regalano spettacolo, come di consueto nelle gare della Moto3. Almeno fino a quando il britannico non scivola alla penultima tornata e le speranze del primo podio stagionale svaniscono.

Jaume Masia (Bester Capital Dubai) e Jakub Kornfeil (Redox PrüstelGP) sono protagonisti di un gran duello per la quarta posizione ed il rookie spagnolo ha la meglio. Sesto Lorenzo Dalla Porta (Leopard Racing), davanti a Darryn Binder (Red Bull KTM Ajo) e Gabriel Rodrigo (RBA BOE Skull Rider), settimo e ottavo rispettivamente. Nicolò Bulega (Sky Racing Team VR46) non è autore di una grande partenza e resta ai margini della top 10.

Così gli altri italiani: Dennis Foggia (Sky Racing Team VR46) è dodicesimo, Tony Arbolino (Marinelli Snipers Team) è sedicesimo e precede Niccolò Antonelli (SIC58 Squadra Corse), diciassettesimo. Molto attardati Andrea Migno (Angel Nieto Team) e Stefano Nepa (CIP – Green Power), rispettivamente 26° e 27°.



Non ci sono commenti