Martin vince in solitaria, Bezzecchi rimonta alla grande dopo la penalità e limita i danni
23 Settembre 2018 - 18:27
|
GP Aragona
Il madrileno allunga in classifica iridata, ma l'italiano c'è e lotterà fino alla fine

Jorge Martin raccoglie il successo al MotorLand di Aragon dopo aver condotto una gara in solitaria. Dà filo da torcere alle veloci KTM scappando via una volta essere partito davanti a tutti. Il campionato resta aperto e i punti di distanza dal suo rivale, Marco Bezzecchi (Redox PrüstelGP), ora sono 13. Il pilota della VR46 Riders Academy salva il salvabile con un recupero magistrale.

Due protagonisti principali della classe infatti, Bezzecchi ed Enea Bastianini (Leopard Racing), dopo delle ottime qualifiche hanno subito una penalizzazione e partono dal basso della griglia di partenza mentre Martin, primo in classifica iridata, scatta dalla pole. Sarà la chiave della corsa.

Lo spagnolo inizia subito forte e stacca già gli avversari. Curva dopo curva, con una tattica studiata dal box e alcune modifiche al motore, infligge decimi ai rivali e alla fine chiude come primo sotto la bandiera a scacchi con un poco meno che sei secondi di vantaggio. In campionato va a 191 punti. 18 pole in carriera e 18 podi.

https://twitter.com/MotoGP/status/1043797748175319040

La gara di Bezzecchi sarà una rimonta straordinaria, tra staccate e ripartenza arriva in testa al gruppo degli inseguitori. A metà corsa perde però posizioni ma recupera un’altra volta e prova ad andare via da solo per provare a prendere Martin. Sarà secondo con il rammarico per la penalità ricevuta prima del via.

Anche Bastianini (15° in griglia) è protagonista di un gran recupero e arriva a giocarsi il secondo posto. Lotta con Bezzecchi e con gli altri piloti all’inseguimento del numero 88, termina sul podio con 16 punti importanti per il quarto posto iridato.

Davanti a lui in classifica iridata c’è Fabio Di Giannantonio (Del Conca Gresini Moto3) che prova a salire sul podio ma è quarto. In chiusura della Top 5 si posiziona Marcos Ramirez (Bester Capital Dubai), poi Tatsuki Suzuki (SIC58 Squadra Corse).

Prova stoica di Jaume Masia (Bester Capital Dubai) che, dopo la caduta della mattinata, conquista una importante Top 10. Caduta per Niccolò Antonelli (SIC58 Squadra Corse) dopo una bella gara iniziata dal fondo del gruppo.

Gli altri italiani nelle prime venti posizioni: Andrea Migno (Angel Nieto Team) è 12° davanti a Lorenzo Dalla Porta (Leopard Racing) e Nicolò Bulega (Sky Racing Team VR46). Tony Arbolino (Marinelli Snipers Team) chiude come 16°.



Non ci sono commenti