Nel secondo giorno Tanak ancora in testa, ma incalzano Meeke e Neuville
01 Giugno 2019 - 20:35
|
Dopo le 160 km di speciali odierne, si assottiglia il vantaggio dell'estone, vittima al mattino di problemi ai freni: il britannico ed il belga sono a 4 e 9 secondi. Ogier è 4° non distante, mentre scivola indietro Jari-Matti Latvala.




Un weekend che sembrava in controllo, si è trasformato in un rally avvincente, che si deciderà probabilmente nell’importantissima Power Stage di domani. Ott Tanak è ancora al comando del Rally di Portogallo, ma rispetto al dominio di ieri, sente il fiato sul collo degli avversari. Vittima di un problema ai freni, che gli ha fatto perdere terreno alla prima e alla terza prova del mattino, l’estone, dopo l’assistenza, ha ripreso la sua marcia, ma un altro problema tecnico – questa volta agli ammortizzatori – ne ha compromesso il resto della giornata: domani non potrà permettersi alcun errore.

Il primo degli inseguitori è anche oggi un compagno di scuderia, ma si tratta di Kris Meeke. Terzo ieri, ha vinto la prima prova odierna ed è arrivato secondo in tutte speciali pomeridiane, approfittando al meglio dei problemi di Tanak. Così i 22.8″ del venerdì si sono ridotti fino a 4.3, ed il britannico è in piena lotta per la vittoria. Nonostante la momentanea doppietta, c’è rammarico in casa Toyota, perché Latvala, in ottima forma sia ieri che stamattina (durante il quale aveva vinto due speciali) è stato vittima anch’esso di un problema agli ammortizzatori, che nella penultima speciale, la Cabeceiras de Basto 2, lo hanno costretto al ritiro.

Ansia quindi nella casa giapponese, perché è in grande rimonta Thierry Neuville. Il belga ha vinto le ultime due speciali odierne ed ora è a solo 9.3 secondi da Tanak. Chi invece non è riuscito a recuperare molto terreno è Sebastien Ogier, quinto a 21″ secondi dalla testa.

Quinto posto per Lappi, con l’altra Citroen, distanziato di oltre un minuto e mezzo, seguito a debita distanza dalle Ford Fiesta di Suninen ed Evans. Peccato per il debuttante Greensmith, finito fuori strada nell’ultima speciale di giornata quando si trovava in top10.

Le Hyundai di Loeb e Sordo, gravemente attardati fin da ieri, navigano in 22° e 24°. Tutto a vantaggio di Kalle Rovampera, ottavo e leader della WRC2 davanti e Kopecky e Loubet.

Appuntamento a domani, con le ultime quattro speciali più la Power Stage, la Fafe 2, lunga 11,18 Km.

Rally del Portogallo: la situazione al termine delle speciali del sabato (grafica ripresa da wrc.com):

POS CAR NO DRIVER CO-DRIVER TEAM ELIGIBILITY GROUP CLASS TIME DIFF PREV DIFF 1ST
1. 8 ESTO. TÄNAK ESTM. JÄRVEOJA TOYOTA GAZOO RACING WRT M RC1 2:47:23.1
2. 5 GBRK. MEEKE GBRS. MARSHALL TOYOTA GAZOO RACING WRT M RC1 2:47:27.4 +4.3 +4.3
3. 11 BELT. NEUVILLE BELN. GILSOUL HYUNDAI SHELL MOBIS WORLD RALLY TEAM M RC1 2:47:32.3 +4.9 +9.2
4. 1 FRAS. OGIER FRAJ. INGRASSIA CITROEN TOTAL WRT M RC1 2:47:44.1 +11.8 +21.0
5. 4 FINE. LAPPI FINJ. FERM CITROEN TOTAL WRT M RC1 2:49:00.6 +1:16.5 +1:37.5
6. 3 FINT. SUNINEN FINM. SALMINEN M-SPORT FORD WORLD RALLY TEAM M RC1 2:49:25.8 +25.2 +2:02.7
7. 33 GBRE. EVANS GBRS. MARTIN M-SPORT FORD WORLD RALLY TEAM M RC1 2:53:33.5 +4:07.7 +6:10.4
8. 23 FINK. ROVANPERÄ FINJ. HALTTUNEN SKODA MOTORSPORT WRC2PRO RC2 2:55:56.9 +2:23.4 +8:33.8
9. 24 CZEJ. KOPECKY CZEP. DRESLER SKODA MOTORSPORT WRC2PRO RC2 2:56:58.4 +1:01.5 +9:35.3
10. 51 FRAP. LOUBET FRAV. LANDAIS PIERRE-LOUIS LOUBET WRC2 RC2 2:57:27.9 +29.5 +10:04.8
Immagine in evidenza: © Jaanus Ree / Red Bull Content Pool



Non ci sono commenti