Nicholas Latifi vince Gara2 a Baku e si lancia in campionato
28 Aprile 2019 - 13:07
|
Il canadese conquista la seconda vittoria stagionale e approfitta dell'incidente di Ghiotto per allungare in classifica. Correa e Aitken sul podio




Nicholas Latifi vince la Sprint Race di Formula 2 a Baku e conquista la seconda vittoria stagionale, dopo il successo ottenuto nella gara d’apertura in Bahrain. Il canadese non ha avuto grosse difficoltà ad affermarsi in una gara che ha visto molte neutralizzazioni e che è terminata allo scadere del tempo limite invece che dopo i giri in programma, come avvenuto ieri.

La partenza ha visto Sean Gelael fare un incredibile scatto che lo porta dalla terza alla prima posizione alla prima curva, mentre alla seconda curva Tatiana Calderon fa strike spingendo fuori Ralph Boschung e Louis Deletraz; tutti e tre i piloti sono costretti al ritiro e la Safety Car è costretta ad entrare in pista. La gara riparte al terzo giro e Latifi inizia la sua rimonta, passando subito Juan Manuel Correa per la seconda posizione e andando in testa alla gara due giri dopo superando Gelael in fondo al rettilineo principale, grazie anche al DRS, ottenendo anche il giro più veloce della gara. Una volta al comando, Latifi inizia ad aumentare il suo vantaggio mentre alle sue spalle Gelael perde molte posizioni venendo superato nell’ordine da Correa, Jack Aitken, Luca Ghiotto e Nyck De Vries. Al nono giro la corsa necessita ancora dell’intervento della Safety Car dopo l’incidente di Giuliano Alesi, finito a muro alla curva 3 sbagliando la staccata nel tentativo di sorpassare Guan Yu Zhou e si stampa a muro collezionando un altro 0 dopo l’incidente nella gara di ieri. E qua si inizia a vedere tutta l’inadeguatezza degli steward locali, molto lenti a rimuovere la monoposto del pilota francese e solo dopo tre giri la Safety Car è potuta rientrare ai box.

Alla ripartenza succede di tutto, con Correa che prova a passare Latifi ma effettua un bloccaggio in frenata e va lungo salvandosi però dall’impatto contro il muro, e in curva 2 a sbagliare è Luca Ghiotto che sbaglia la frenata, tocca la gomma posteriore destra di Aitken e finisce contro il muro, seguito a sua volta da Jordan King e Nikita Mazepin, che partito dalla pole position aveva perso molte posizioni finendo in mezzo alla classifica. Altra Safety Car in pista e ancora una volta i lavori di rimozione delle vetture incidentate sono lentissimi, con i marshall che non sono riusciti in tempi rapidi a liberare la pista con l’ausilio della gru. La gara è ripartita a 30 secondi dalla fine del tempo limite, con la barriera di curva 2 ancora danneggiate dall’impatto di Ghiotto con esse. Alla ripartenza Aitken è bravo a superare Nyck De Vries per il terzo posto, mentre Nobuharu Matsushita è andato lungo alla frenata di curva 2 riuscendo però a ripartire. La gara termina con la vittoria di Latifi che allunga la sua leadership in campionato. Secondo posto e primo podio in Formula 2 per Correa autore di una gara solida chiudendo davanti a Jack Aitken, terzo e l’unico pilota in grado di andare a podio in entrambe le gare del weekend. Quarto posto per De Vries davanti a Mick Schumacher, quinto e autore di una rimonta fantastica dalla 19° posizione sulla griglia di partenza, riuscendo a rimontare grazie ad un’ottima partenza e riuscendo a superare Gelael all’ultimo giro. Bella rimonta anche per Sergio Sette Camara che chiude sesto davanti a Dorian Boccolacci e Sean Gelael, che chiude la zona punti in ottava posizione.

Immagine in evidenza: © Dams racing / Official Twitter Page



Non ci sono commenti