Norbert Michelisz conquista la quarta pole nella gara di casa
28 Aprile 2019 - 11:33
|




Norbert Michelisz infiamma il pubblico di casa anche in questa stagione. Per la quarta volta in carriera il pilota ungherese ha ottenuto il miglior tempo in qualifica sul circuito dell’Hungaroring, che questa volta gli permetterà di partire in prima posizione in Gara 3. Il pilota magiaro è stato il più veloce in pista solo nel primo settore, ma il tempo “monstre” registrato nella prima frazione di giro è stata determinante. Nemmeno il settore record di Tarquini nel T2 e di Guerrieri nel T3 hanno impensierito il portacolori di Hyundai.

Il secondo posto è andato proprio a Esteban Guerrieri con la prima delle Honda. L’argentino leader della classifica ha rimediato un gap di soli 8 millesimi dal poleman. Classifica molto ristretta se si considera che il terzo tempo di Yann Ehrlacher (primo delle Lynk & Co, ndr) è a 50 millesimi dal battistrada e Tarquini 4° a poco più di un decimo. Tempo cancellato invece per Nestor Girolami che avrebbe conquistato la pole con il suo 1:52.546 contro il 52.784 di Michelisz. Il sudamericano ha però oltrepassato il limite di pista in curva 4 vedendosi cancellare il proprio tempo.

Nel Q2 tanti piloti di punta hanno lottato per conquistare un posto nella fase finale. Il primo ad essere eliminato è stato il rookie di stagione, Mikel Azcona, buttato fuori proprio dal poleman Michelisz dopo lo sventolio della bandiera a scacchi. Lo spagnolo è riuscito a tenere dietro a sé piloti del calibro di Thed Bjork e Augusto Farfus, tutti racchiusi in appena 10 millesimi. Ottima prova generale da parte delle Cupra del PWR Racing dato che oltre al sesto posto dell’iberico può vantare anche il nono di Daniel Haglof. Decimo posto per JK Vernay che ha così conquistato la pole position per Gara 2.

Tanti sono gli eliminati di eccezione nel Q1 a partire da Nicky Catsburg, unica delle Hyundai ad uscire dopo i primi venti minuti, così come quella di Yvan Muller (15°) è l’unica Lynk & Co a non entrare nella top-12.

Dopo un buon sabato torna a sprofondare la Volkswagen che, ad esclusion di Rob Huff 11°, vede tutte le Golf dalla 18a piazza in poi con Mehdi Bennani, quindi Leutcher 20° e Kristofferson 22°. Male anche Tiago Monteiro che scatterà solo in undicesima fila.

In fondo le due Alfa Romeo del Team Mulsann con Kevin Ceccon 24° e Ma Qing Hua 26°. Il bergamasco era riuscito a ottenere un tempo che gli avrebbe permesso di partire nelle prime sei file, ma avendo oltrepassato i limiti di pista, il suo tempo è stato cancellato e il pilota non è più riuscito a replicarlo.

Immagine in evidenza: © Clement Luck / DPPI / FIA WTCR Media Press



Non ci sono commenti