Pagelle Valencia | Applausi per Pol Espargaro. Rossi, Vinales e Marquez traditi dalla pioggia
19 Novembre 2018 - 15:28
|
GP Valencia




Andrea Dovizioso, voto 10 e lode – Quando la pista si presenta in certe condizioni, è difficile non dare un voto del genere a chi porta a casa la vittoria. Bravo Dovi, soprattutto per aver montato le doppie soft in Gara 2. Ha accumulato un vantaggio importante e che probabilmente ha costretto Rossi alla caduta nel tentativo di recuperare. Bravo anche nella prima gara, dando vita a una battaglia con il “Dottore” ai confini con la follia. Finisce al meglio una stagione comunque importante, sperando che il prossimo anno possa essere più costante, elemento fondamentale per diventare campione o comunque giocarsela fino all’ultima gara.

© Gold & Goose/Red Bull Content Pool

Alex Rins, 9.5 – E’ mancato poco per portare a casa la vittoria: aveva un ritmo indiavolato nella prima parte di gara, dando addirittura 4 secondi al resto della compagnia. Poi la selezione del circuito ha mandato giù diversi papabili alla vittoria, tranne il Dovi, che con una moto migliore e soprattutto un talento già bello che fatto ha avuto la forza di passarlo all’inizio di gara 2 risultando poi imprendibile. Bene comunque, sto ragazzo sta venendo su alla grande.

Pol Espargaro, 10 – Tralasciando il mero significato del voto, è sicuramente il migliore di questa ultima e pazza gara spagnola: in lotta con Marquez in Gara 1 fino alla caduta del campione del mondo, riesce a tenergli testa sorpassandolo più volte, poi però cade, si rialza e rimonta fino all’ottava posizione, quindi bandiera rossa e ripartenza fino al podio, tanto bello quanto insperato. Nel box KTM lacrime per una giornata fantastica, condita con le vittorie del giovane Oncu in Moto3 e di Oliveira in Moto2.

© Gold & Goose/Red Bull Content Pool

Michele Pirro, 9 – Ottima gara per la Wild Card di casa Ducati. Bella la lotta con Pedrosa in entrambe le gare e buon ritmo in condizioni difficili e con una moto laboratorio. Ottima prestazione.

Dani Pedrosa, 8 – Ultima gara e tante emozioni per Camomillo, che con la bandiera a scacchi pone fine alla sua carriera da pilota titolare in MotoGP. Ora un po’ di pausa e poi di nuovo a lavoro come tester della KTM. Ci mancherai Dani, nonostante le ultime prestazioni non proprio entusiasmanti. Avresti meritato quel mondiale nel 2012.

Takaaki Nakagami, 8 – Si destreggia alla grande sotto l’acqua. Una piacevole scoperta.

Johann Zarco, 7 – Forse ci aspettavamo qualcosina in più, ma quantomeno porta la Yamaha al traguardo.

Bradley Smith, 7.5 – A conferma della grande giornata delle KTM.

Stefan Bradl, 7 – Non cade e porta punti al team di Lucio Cecchinello.

Hafizh Syahrin, 6.5 – Vedi un po’ Zarco.

Scott Redding, 6.5 – Si congeda dalla MotoGP con una gara senza intoppi. Chiaramente in condizioni di asciutto difficilmente sarebbe arrivato undicesimo.

Jorge Lorenzo, 7 – Premiamo il fatto di aver corso con attenzione dopo l’infortunio e in condizioni a lui non favorevoli. Non ha preso rischi, ma ha portato la moto al traguardo.

Valentino Rossi, 6.5 – Lui invece di rischi ne ha sempre presi, e ieri non è stato da meno. Parte sedicesimo e dopo due curve è già decimo. Rimonta stellare fino alla lotta per la prima posizione a cavallo tra le due gare, poi la caduta, tradito anche lui dalle infime curve di una Valencia bagnata. Peccato perché per la seconda domenica consecutiva abbiamo un Rossi molto performante, ma spesso costretto ad andare oltre i limiti. Un’annata storta che si conclude non nel migliore dei modi, ma ha dimostrato ancora una volta (semmai ce ne fosse bisogno) di avere ancora la forza di stare lì con i primi.

Karel Abraham, 6.5 – Due punti che non fanno male al morale.

Jordi Torres, 6.5 – Bene così dai.

NB: Non abbiamo voluto mettere insufficienze perché le condizioni della pista erano veramente al limite della praticabilità. Alcuni sono caduti in condizioni disastrose, vedi Vinales e Morbidelli, e per quanto ci riguarda nessuno andrà sotto la sufficienza nella corsa di ieri, nemmeno quelli andati giù per terra.

Termina qui il campionato di MotoGP e di conseguenza finisce anche il nostro appuntamento con le pagelle dopo ogni gara. Potrebbe uscire un pagellone di fine anno tra qualche settimana, vedremo. In ogni caso, grazie per averci letto, appuntamento a marzo in Qatar per il primo appuntamento del 2019.

Immagine in evidenza: © Toni Boerner/Red Bull Content Pool

© Gold & Goose/Red Bull Content Pool



Non ci sono commenti