Pagelle Zeltweg | Verstappen cattivissimo, le gare si vincono anche così! Hamilton disperso
01 Luglio 2019 - 15:20
|
GP Austria




Max Verstappen, voto 10 e lode – Gara da paura ieri a Zeltweg: lotte, sportellate e un po’ di sana cattiveria! Queste sono le corse che vogliamo vedere, e Max ci ha offerto uno spettacolo degno della Formula 1, quella che ci piace! Ritmo impressionante e sorpasso cattivissimo ai danni di Leclerc. Da notare una grande prestazione da parte della Honda, finalmente al livello dei grandi. Lo abbiamo detto e lo ribadiamo: la decisione di non penalizzare Verstappen è corretta, e conferma una volta per tutte come quella del Canada ai danni di Vettel sia stata scandalosa, inaccettabile e antisportiva.

© Red Bull Content Pool/Lars Baron/Getty Images

Charles Leclerc, 10 – Il 10 a Charles è dovuto, perché ha fatto una gara mastodontica, ma ha dovuto necessariamente gestire a un certo punto della corsa, favorendo il ritorno di Verstappen, che comunque sia ne aveva decisamente di più del monegasco nel finale. Bella la lotta fra i due, con un botta e risposta da capogiro. Il contatto c’è, è evidente, ma non toglie nulla a questi due giovani fenomeni, che a quanto pare potranno assicurarci almeno un decennio di lotte straordinarie, e di questo ne siamo sollevati. Bravi!

© Scuderia Ferrari Media Centre

Valtteri Bottas, 6.5 – Mercedes nei guai in Austria, e il finlandese per la seconda gara consecutiva riesce a mantenere la posizione per un nulla, visto che Vettel era lì a un passo, e ancora un altro giro e non ci sarebbe stato nulla da fare per Valtteri. Ha fatto il massimo, ma non è stato un gran weekend nemmeno da parte sua.

© Mercedes Media/LAT Images

© Scuderia Ferrari Media Centre

Sebastian Vettel, 7.5 – Bella gara nonostante le difficoltà con le Hard. Nel suo stint finale con le Soft impone un super ritmo, e per poco non conquistava un podio che avrebbe meritato e conquistato senza l’ennesimo errore del team, questa volta ai box con le gomme non pronte. Non c’è un weekend liscio per la Ferrari quest’anno, strano che nessuno si sia posto delle domande all’interno della squadra.

Lewis Hamilton, 5.5 – Disperso nei boschi austriaci, probabilmente sta ancora girando. Scherzi a parte, quando ha fra le mani una vettura non all’altezza diventa un pilota normale, come tutti del resto. Non digerisce l’Austria negli ultimi anni, sempre autore di gare anonime qui dopo la vittoria ottenuta nel 2016.

Lando Norris, 8 – Altra gara sontuosa del ragazzino, che porta la McLaren al sesto posto. Dopo una lotta con i big in partenza, Lando si stabilisce in sesta posizione non regalando niente a nessuno e mostrando un passo notevole per un team in netta e costante crescita di prestazioni.

Pierre Gasly, 5 – Ancora doppiato, ancora senza ritmo e con un set-up evidentemente sbagliato visto l’elevatissimo degrado delle sue gomme. Certo, vedere il suo compagno di squadra che va a vincere non gli farà fare certamente salti di gioia, perché vede che la macchina è performante, quindi chi non sta rendendo al meglio è sicuramente lui (ma ne è ben consapevole).

Carlos Sainz, 8.5 – Partito in ultima fila, lo spagnolo ha fatto una grandissima gara, riuscendo ad arrivare sino all’ottava posizione. Bravo lui, ma questo conferma come la McLaren sia in formissima! E’ la quarta forza indiscussa del campionato in questo momento. Che dire di più? Continuate così, che vi vogliamo nella lotta per la vittoria al più presto.

© Alfa Romeo Press/Photo Xavi Bonilla/DPPI

Kimi Raikkonen, 7 – Primissima parte di gara stupenda, poi cala un po’ perché l’Alfa Romeo tende a mangiarsi le gomme più del dovuto. La riporta a punti nuovamente comunque, è una garanzia.

Antonio Giovinazzi, 7.5 – Meriterebbe lo stesso voto di Kimi, ma glielo abbiamo alzato di 0.5 perché finalmente un pilota italiano torna a far punti in Formula 1 dopo secoli, e di questo ne siamo orgogliosi. Bravo Antonio, che sia l’inizio di una carriera ricca di soddisfazioni.

Sergio Perez, 6 – Qualifica disastrosa, gara sufficiente per la rimonta, peccato per lui che i punti fossero lì a pochi secondi, ma evidentemente più di così non poteva fare.

Daniel Ricciardo & Nico Hulkenberg, 4.5 – Tra le delusioni di questo weekend, sia loro che la Renault.

Lance Stroll, 4.5 – Eh niente.

Alexander Albon, 4.5 – Weekend da dimenticare.

Romain Grosjean, 4 – Boh.

Daniil Kvyat, 4 – Vedi Albon.

George Russell, 7 – Con quella carriola ha dato vita a qualche duello interessante a inizio gara.

Kevin Magnussen, 3 – Jump start e Haas irriconoscibile. Bene.

Robert Kubica, 4.5 – Driver of the Day.

Immagine in evidenza: © F1TV



Non ci sono commenti