Presentata la line-up completa della MotoE 2019. Ritorno in sella per Gibernau e Terol. Svelati ulteriori dettagli per la prima stagione
15 Novembre 2018 - 10:51
|
Svelati i 18 piloti che prenderanno il via alla prima storica stagione del mondiale di moto elettriche




Tutto è ormai pronto, non resta che accendere i motori e partire. Il nuovo campionato mondiale di MotoE, dopo aver svelato i 12 team che formeranno la griglia di partenza e aver presentato le 5 location su cui si disputerà la stagione d’esordio, ora ha anche i nomi dei 18 piloti che monteranno in sella alle moto elettriche prodotte da Energica, il cui primo modello è denominato Ego.

Dei dodici team nello schieramento sei porteranno in pista ben due moto (quelli di MotoGP), mentre i restanti sei soltanto una, con le compagini scelte tra team di Moto2 e Moto3. Nel parco partenti figurano tanti nomi importanti, alcuni dei quali tornano in attività dopo pochi o molti anni di inattività. Tra questi, il più importante è sicuramente quello di Sete Gibernau che tornerà in sella grazie al Pons Racing, a 10 anni dalla sua ultima corsa in MotoGP (GP di Indianapolis 2009, ndr). Tra gli altri compare anche Nico Terol, ultimo campione del mondo di classe 125, il quale ha visto nel 2014 la sua ultima stagione completa in moto. Si parla di ritorno anche nel caso di Randy de Puniet che dopo la stagione 2015 in Superbike, ha deciso di non continuare fino ad ora.

Di seguito è riportata la lista dettagliata della line up (in ordine alfabetico) definitiva per la prima stagione di MotoE.

Ajo Motorsport (Moto2 e Moto3)
Niki Tuuli – Pilota titolare in Supersport (2017, 1 vittoria)

Angel Nieto Team (MotoGP e Moto3)
Maria Herrera – 3 Stagioni da titolare in Moto3 (2016-18)
Nico Terol – Campione 2011 in classe 125cc

Avintia Racing (MotoGP, Moto2 e Moto3)
Xavier Simeon – Prima stagione in MotoGP nel 2018
Eric Granado – 3 stagioni da titolare in Moto3 (2013, 2014 e 2018)

Gresini Racing (MotoGP, Moto2 e Moto3)
Matteo Ferrari – 3 stagioni da titolare in Moto3 (2015-17)
Lorenzo Savadori – 3 stagioni da titolare in Aprilia WorlSBK (2016-18)

Intact GP (Moto2)
Jesko Raffin – 3 stagioni da titolare in Moto2 (2016-18)

Marc VDS Racing Team (MotoGP e Moto2, ex Moto3)
Mike di Meglio – Campione 2008 in classe 125cc, ultima stagione in MotoGP nel 2015

One Energy Racing (vedi SIC Racing Team, Moto2 e Moto3)
Bradley Smith – Pilota KTM in MotoGP (2017-18)

Pons Racing (Moto2)
Sete Gibernau – Ultima stagione da titolare in MotoGP nel 2009 con Ducati

Pramac (MotoGP)
Alex de Angelis – Pilota titolare in WorldSBK (2016-17), nel 2015 l’ultima stagione da titolare in MotoGP
Joshua Hook – 2° alla 8 ore di Suzuka del 2015

SIC58 Squadra Corse (Moto3)
Mattia Casadei – Pilota titolare nel CIV Supersport 600 (2018)

Team LCR (MotoGP)
Randy de Puniet – Pilota titolare in WorldSBK nel 2015, nel 2013 ultima stagione in MotoGP
Niccolò Canepa – Campione 2017 dell’Endurance World Championship

Tech 3 (MotoGP e Moto2)
Héctor Garzó – 4 gare in Moto2 (2017-18)
Kenny Foray – Campione 2017 della Superbike francese

La lineup non è però l’unica novità importante giunta ieri in merito alla stagione d’esordio del nuovo campionato full-elettric a due ruote. Tra queste c’è l’aggiunta della seconda gara di Misano, con la prima che viene quindi anticipata al sabato. Per quanto riguarda le gare, è stato delineato anche il programma di ogni week-end che rispecchierà questo schema:

VENERDI’ Prove Libere 1 e 2
SABATO Qualifiche
DOMENICA Gara (15 minuti circa) che si disputerà prima della Moto3

In vista della nuova stagione anche la MotoE avrà le sue sessioni di test, la prima delle quali si disputerà tra circa 10 giorni sul circuito di Jerez de la Frontera, su cui i piloti gireranno nelle giornate del 23, 24 e 25 novembre. Due ulteriori sessione si disputeranno sul medesimo circuito nelle date del 13-14-15 Marzo 2019 e 23-24-25 Aprile 2019.

Novità anche dal lato regolamentare vietano ai piloti di prendere parte alle gare di qualsiasi delle altre classi nel corso del week-end di gara in cui la MotoE sarà in pista (Spagna, Francia, Germania, Austria e San Marino). Inoltre qualsiasi pilota di MotoE non potrà guidare alcuna moto elettrica da corsa su qualsiasi circuito.

In merito alle moto, è stato rivelato anche il metodo di ricarica che verrà utilizzato nel corso di questa stagione. Vi saranno due stazioni, una mobile e una semi-mobile. La prima permetterà di ricaricare al massimo le moto prima della partenza, quando già posizionate in griglia, e di riscaldare anche le termocoperte. La seconda sarà invece posizionata nel paddock e permetterà la ricarica tra una sessione e l’altra. Entrambe le stazioni saranno alimentate dal JuiceRoll, un dispositivo fornito dal partner EnelX, il quale disporrà di pannelli solari.



Non ci sono commenti