Presentata la nuova Yamaha M1
28 Gennaio 2015 - 13:18
|

Dopo non pochi problemi legati al sito dal quale è stato possibile seguire lo streaming, eccola qua la nuova Yamaha M1.
Da subito lo slogan è stato chiaro: “Juntos somos mas!”.

Il primo a parlare è stato Kouichi Tsuji, responsabile tecnico Yamaha: “Per Yamaha, le corse sono nel DNA. E’ importante per il marchio, per la nostra crescita tecnologica e per il nostro capitale umano. Abbiamo lavorato duramente sullo sviluppo, non solo in inverno ma durante tutto l’anno. Abbiamo piloti fantastici, quelli che desideriamo e lavorando insieme possiamo raggiungere livelli altissimi. La speranza è quella di trovarci a fine anno a brindare con i nostri sponsor“.

Alle ore 12.15 Valentino Rossi e Jorge Lorenzo tolgono i veli sulla nuova nata in casa Yamaha che avrà gli obbligatori 1000cc, 240cv dichiarati, un peso di 158kg e sarà capace di superare senza troppa difficoltà i 330 km/h.

Queste le dichiarazioni dei due piloti.

Rossi: “Nel 2014 il mio obiettivo era quello di lottare con i primi tre. L’obiettivo adesso è quello di rimanere al livello di Marquez e Lorenzo fin dalle prime gare.
Io e Jorge formiamo un grande team, abbiamo fatto tante battaglie e mi piace essere in squadra con lui perché mi da grande motivazione. Abbiamo un obiettivo comune, che è quello di migliorare la moto per poter vincere, ma siamo anche rivali perchè corriamo per lo stesso obiettivo
“.

Lorenzo: “E’ difficile dire se mi sento più forte dell’anno scorso. Mi sono allenato tantissimo in inverno, come non avevo mai fatto in precedenza, e questo dovrebbe mettermi in condizioni di partenza molto milgiori rispetto alla stagione passata. Nelle prime gare ero andato molto male, e l’obiettivo per la prima parte dell’anno è evitare che questo si ripeta. Il futuro è imprevedibile, specialmente nel motociclismo, perchè ci sono tante variabili che possono influire. Io ho lavorato tantissimo, e così hanno fatto in Giappone sulla moto. Io ho delle buone sensazioni, e credo che quest’anno per me sarà sicuramente migliore rispetto all’anno scorso.



Non ci sono commenti