Pubblicata la entry list ufficiale della 500 Miglia di Indianapolis
06 Maggio 2019 - 9:59
|
Saranno 36 le monoposto che si contenderanno la qualificazione alla gara più importante dell'anno. Due i sedili ancora da assegnare

Finalmente è arrivato il mese di maggio, che per gli appassionati di NTT IndyCar Series significa una sola cosa: 500 Miglia di Indianapolis. La marcia di avvicinamento alla gara più prestigiosa del motorsport nord-americano è già iniziata con la giornata di test aperta a tutti che si è svolta un paio di settimane fa.

Dopo aver inaugurato l’attività in pista sull’ovale più rinomato al mondo, la IndyCar ha diramato la entry list ufficiale della 500 Miglia di Indianapolis, altro passo fondamentale in vista della gara del 26 maggio. Rispetto alla passata stagione ci sarà in pista una vettura in più: in tutto saranno 36 le DW12 che sfrecceranno sull’ovale di Indianapolis nelle sessioni di prove, contro le 35 della passata stagione. Le possibilità che le macchine fossero addirittura 38 erano parse concrete in concomitanza col mese di marzo, ma Harding-Steinbrenner RacingJuncos Racing hanno preferito non schierare una seconda vettura, preferendo concentrare tutti gli sforzi su un unico pilota per provare a essere più competitivi possibile alla Indy 500.

 

Andretti Autosport/Official Twitter

 

I motoristi si divideranno in modo assolutamente equo il plotone: 18 monoposto saranno spinte da motore Chevrolet, e le altre 18 avranno il propulsore V6 turbo prodotto dalla Honda. I giapponesi puntano fortemente a tornare sul tetto del mondo a Indianapolis, visto che nella passata stagione a vincere è stato Will Power, pilota del team Penske che ricorre ai motori Chevrolet.

Da segnalare che la entry list comprende 36 macchine, ma al momento i piloti annunciati sono 34. Juncos Racing deve ancora annunciare il suo pilota, anche se è pressoché sicuro che sarà Kyle Kaiser, che ha già corso con la scuderia argentina nella passata stagione e in occasione della gara del COTA di quest’anno. E’ stato inoltre reso noto che lo Schmidt-Peterson Motorsports metterà in pista una terza vettura, che andrà ad aggiungersi a quelle di James Hinchcliffe e Marcus Ericsson. Il candidato principale per il sedile è Oriol Servia, ma anche le candidature di Carlos Munoz Mikhail Aleshin rimangono forti.

Di seguito vi riportiamo la entry list della 500 Miglia di Indianapolis:

Penske (4): Josef Newgarden, Helio Castroneves, Simon Pagenaud, Will Power
Andretti Autosport (5): Conor Daly, Zach Veach, Alexander Rossi, Ryan Hunter-Reay, Marco Andretti
Ganassi (2): Scott Dixon, Felix Rosenqvist
Schmidt-Peterson (3): James Hinchcliffe, Marcus Ericsson, TBA

AJ Foyt Racing (2): Matheus Leist, Tony Kanaan 
Ed Carpenter Racing (3): Ed Carpenter, Spencer Pigot, Ed Jones
Rahal Letterman Lanigan (3): Graham Rahal, Takuma Sato, Jordan King
Dale Coyne Racing (3): Sebastien Bourdais, Santino Ferrucci, James Davison
Carlin Racing (3): Charlie Kimball, Pato O’Ward, Max Chilton
Harding-Steinbrenner Racing (1): Colton Herta
Dreyer & Reinbold Racing (2): Sage Karam, JR Hildebrand

Meyer Shank Racing (1): Jack Harvey
Dragon Speed (1): Ben Hanley
Juncos Racing (1): TBA
McLaren (1): Fernando Alonso
Clauson Marshall Racing (1): Pippa Mann

Immagine in evidenza: ©Will Power/Official Twitter



Non ci sono commenti