Ricciardo pensa che i risultati non raccontino la verità sul suo 2018
Il pilota australiano è soddisfatto di quanto fatto vedere nell'ultima stagione, a dispetto del sesto posto in classifica piloti a 79 punti da Verstappen




26 Dicembre 2018 - 16:03

Daniel Ricciardo non è deluso di quanto fatto vedere nell’ultima stagione. Nonostante otto ritiri e tantissimi problemi tecnici avuti nell’arco del mondiale 2018, il pilota australiano è contento di come ha guidato, del suo rendimento in pista e delle vittorie conquistate a Shanghai e Monaco.

Il fatto di aver chiuso la sua storia con la Red Bull terminando il campionato a 79 punti di distacco da Max Verstappen non gli pesa. Allo stesso modo non gli pesano le 11 qualifiche consecutive nelle quali il pilota olandese si è dimostrato più performante.

Red Bull Racing/Official Facebook – Getty Images

“Sono felice di come sono andato quest’anno, e credo che i punti e lo score in qualifica non mostrino realmente il quadro completo della mia stagione – ha detto il pilota australiano – Non voglio togliere meriti a Max Verstappen, che migliora di anno in anno ed è un top driver. Non c’è dubbio che sia estremamente veloce e sempre difficile da battere. Anche nei giorni in cui mi ha battuto a me stava bene così, perché la maggior parte delle volte sapevo il perché. A volte è stato merito di un suo giro fantastico e tanto di cappello a lui, ma in altre situazioni ho avuto dei problemi o mi è successo qualcosa. Per farla breve, sono contento della mia stagione. Anche se alcune volte non sono andato forte come volevo, in tanti frangenti capivo le motivazioni, e se non le comprendevo riuscivo a resettare tutto e a ripartire. Lasciatemi dire che sono più felice di quanto dicano le statistiche”.

Immagine in evidenza: ©Red Bull Racing/Official Facebook - Getty Images

Non ci sono commenti