Rossi si rialza dopo la Indy 500 e si prende la pole di gara 1 a Detroit
01 Giugno 2019 - 19:08
|
Il pilota dell'Andretti Autosport strapazza tutti nelle prime qualifiche a Belle Isle. Alle sue spalle scatterà Newgarden. Pagenaud solo tredicesimo




BELLE ISLE – Alexander Rossi ci ha messo solamente sei giorni per rifarsi della delusione cocente patita alla 500 Miglia di Indianapolis. Il pilota statunitense domenica era veramente abbattuto per essere arrivato secondo nella gara più importante dell’anno, dopo aver duellato con Simon Pagenaud per la leadership negli ultimi dodici giri della corsa. Rossi però è stato bravissimo a resettare tutto e a presentarsi a Belle Isle con la giusta mentalità, e nelle qualifiche di gara 1 si è preso senza troppi problemi la pole position.

Il pilota dell’Andretti Autosport, sceso in pista col secondo gruppo, ha ottenuto il miglior crono in 1’14.1989 e partirà davanti a tutti, così come aveva fatto nel trionfale weekend di Long Beach. In seconda posizione scatterà Josef Newgarden, che vuole a tutti i costi tornare in testa al campionato dopo essere scivolato dal trono a favore di Pagenaud alla 500 Miglia di Indianapolis. Il pilota del team Penske sarà affiancato a Rossi in virtù della regola che prevede che, dopo il pilota più veloce di un gruppo parta quello più rapido dell’altro gruppo di qualifica. Newgarden, che aveva girato nel primo girone di qualificazione su una pista meno gommata, partirà perciò davanti a Dixon, che ha realizzato un tempo migliore del suo ma nel gruppo 2. Il cinque volte campione IndyCar prenderà il via di gara 1 di Detroit dalla terza posizione, davanti al compagno di squadra Rosenqvist, che completa una seconda fila tutta Ganassi.

 

Team Penske/Official Facebook

 

Ancora una volta Herta ha disputato una qualifica magistrale: il pilota americano è stato il terzo più veloce nel gruppo 2, e scatterà dalla quinta posizione. Dietro al rookie dell’Harding-Steinbrenner Racing si è qualificato uno dei piloti più esperti della IndyCarHunter-Reay, l’anno scorso grande protagonista del double header di Detroit: Rocket Hunter riuscì infatti ad arrivare secondo in gara 1 e a vincere il giorno successivo. Il campione IndyCar 2012 partirà davanti a O’Ward, tornato in auge dopo aver mancato la qualificazione alla 500 Miglia di Indianapolis ed essere stato costretto a ridurre il suo programma nella serie a stelle e strisce.

Qualifica da dimenticare per Power e Pagenaud; i due piloti del team Penske non sono riusciti ad andare oltre la dodicesima e tredicesima posizione. Power ha commesso degli errori in entrambi i suoi giri con le gomme alternate: nel primo è finito lungo in curva 7, e nel secondo ha scodato in uscita dalla penultima curva. Pagenaud, che ieri aveva assaggiato i muretti del circuito cittadino di Belle Isle, non ha trovato un grande feeling con la monoposto e non è riuscito a mettere insieme un buon giro. Peggio è andata a Kanaan, che dovrà partire ventunesimo.

L’appuntamento con gara 1 di Detroit è fissato per le ore 21.40. La gara verrà trasmessa in diretta su DAZN.

 

Immagine in evidenza: ©Andretti Autosport/Official Twitter



Non ci sono commenti