Sorpresa Ducati nelle FP2 del Sachsenring: tre GP18 nelle prime quattro posizioni
In Sassonia Lorenzo segna il miglior tempo del venerdì davanti a Petrucci. E' partita la sfida a Marc Marquez




GP Germania
13 luglio 2018 - 16:36

Il venerdì tedesco della MotoGP ci regala già una sorpresa che potrebbe lasciar aperte le speranze per un fine settimana molto combattuto al Sachsenring. In testa alla classifica della seconda sessione di prove libere non c’è il tanto atteso Marc Marquez, che in Sassonia ha sempre fatto terra bruciata intorno a sé fin dal suo debutto nella classe regina, ma Jorge Lorenzo. Il maiorchino, che dalla prossima stagione sarà proprio il nuovo compagno di squadra del numero 93, ha fermato il cronometro sullì1’20″885, unico pilota in pista ad abbattere il muro dellì1’21”.

La Ducati Desmosedici GP18 si è dimostrata molto performante sul tracciato più corto del calendario mondiale, tant’è che anche Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso hanno chiuso nelle prime quattro posizioni, con il ternano del team Alma Pramac Racing a poco più di due decimi e mezzo dal battistrada.

Tra i due futuri piloti del team ufficiale della Casa di Borgo Panigale troviamo Andrea Iannone, che con la Suzuki aveva fatto segnare la miglior prestazione nel primo turno di prove mattutino. Solo quinto il leader della classifica iridata, che con la prima Honda RC213V  ha preceduto la prima Yamaha M1 di Maverick Viñales pagando quasi mezzo secondo da Lorenzo.

Sorprende anche il settimo tempo di Takaaki Nakagami, che si è messo dietro la seconda Ducati Pramac di Jack Miller e il più quotato compagno di squadra Cal Crutchlow, mentre Alvaro Bautista completa la Top 10. Lontano dalla Q2 virtuale Valentino Rossi, appena 17° e atteso da un riscatto nelle FP3.

Positivo anche il ritorno di Stefan Bradl, chiamato all’ultimo momento a sostituire Franco Morbidelli per via del suo infortunio alla mano sulla RC213V del team Marc VDS. Caduta per Mika Kallio, wild card della KTM anche in Germania.

Non ci sono commenti