Spagna, FP3 nel segno di Hamilton: mezzo secondo su Leclerc, Bottas e Vettel
11 Maggio 2019 - 13:25
|
GP Spagna
Il britannico della Mercedes stacca tutti e si candida prepotentemente alla pole position




Si chiude nel segno della Mercedes di Lewis Hamilton questo sabato mattina in terra catalana. L’inglese è stato l’unico pilota a scendere sotto il muro dell’1’17”, precedendo di ben mezzo secondo sia la Ferrari di Charles Leclerc che il compagno di squadra Valtteri Bottas. Appena dietro l’altra rossa di Sebastian Vettel. Tempi che però, tranne che per The Hammer, sembrano lasciare il tempo che trovano dato il distacco inesistente (soli 20 millesimi) tra la Haas di Grosjean e la Ferrari #5, il che lascia intendere che ci sia ancora un gran margine in vista della qualifica.

FP3 caratterizzate, come di consueto, dalla solita simulazione di qualifica, ed interrotte a 5 minuti dalla fine per il botto di Russell (senza conseguenze). Piccoli errori per Vettel (testacoda in ingresso della S) e Bottas, che si è girato in curva 5 ed ha causato una bandiera rossa ad inizio sessione, finendo in ghiaia e non riuscendo a tornare in pista.

La Ferrari continua a perdere molto nel terzo settore, con Leclerc che accusa un distacco di ben 4 decimi da Hamilton nelle ultime curve, pur riuscendo ad essere più veloce rispetto alle FP2. Tuttavia, guardando i tempi nei vari settori, entrambe le rosse sembrano avere un buon margine per la qualifica, in quanto, nel T2, sono praticmante alla pari della Haas.

Attenzione alle temperature: il sole non c’è, il rischio di pioggia è minimo ma la pista è molto più fredda rispetto a venerdì, aspetto che potrebbe andare a favore dei rivali della Mercedes poichè potrebbe consentire una gestione degli pneumatici ottimale durante il giro, per arrivare a giocarsi tutto nell’ormai famoso T3 senza vedere i distacchi abissali che la scuderia di Stoccarda ha rifilato a tutti. In qualifica i top team proveranno a passare il taglio del Q2 con gomme medie, e proprio le temperature più basse giocheranno un ruolo fondamentale: bisognerà stare attenti a non esagerare per non commettere errori fatali.

A centro gruppo la situazione è ancora di sostanziale equilibrio, con Haas che, come detto, sembra nettamente avanti e le tante novità portate qui funzionano perfettamente.

Di seguito la classifica completa di questa sessione:

F1 / Official Twitter

Immagine in evidenza: © F1 / Official Twitter



Non ci sono commenti