Suzuki cade, Canet vince ad Austin e va in testa al campionato
14 Aprile 2019 - 19:24
|
GP Americhe
Lo spagnolo regala la prima vittoria al Max Racing Team dopo la caduta del giapponese a cinque giri dalla fine. Masia e Migno completano il podio




Aron Canet torna alla vittoria in Moto 3 nel Gran Premio delle Americhe ad Austin e regala al Max Racing Team il primo successo nella categoria in cui è approdato quest’anno. Canet è il terzo vincitore diverso dopo le prime tre gare di Moto3 in questa stagione, e lo ha fatto con una gestione di gara magistrale. A metà gara ha preso del vantaggio alle spalle del leader Tatsuki Suzuki, prima della caduta del giapponese a 5 giri dalla fine per via di una chiusura d’anteriore che lo ha costretto ad alzare bandiera bianca. Nella bagarre del giro finale Canet è stato bravo a portarsi in prima posizione dopo il lungo rettilineo, e approfittando dei numerosi sorpassi alle sue spalle è stato capace di passare per primo sotto la bandiera a scacchi, tornando al successo dopo Silverstone 2017, ultima sua affermazione in carriera arrivata più di un anno fa.

Alle spalle dello spagnolo hanno concluso Jaume Masia e Andrea Migno, entrambi autori di belle rimonte che li hanno portati a giocarsi il podio nelle battute finali, anche con manovre molto al limite tra i due compagni di squadra che però sono riusciti a concludere in seconda e terza posizione per un intero podio targato KTM, che non si vedeva dalla gara di Le Mans dell’anno scorso. Fuori dal podio Gabriel Rodrigo e Niccolò Antonelli, anche loro nel gruppo di testa negli ultimi giri ma che però devono accontentarsi della quarta e quinta posizione, autori entrambi di gare positive e sempre tra i primi. Vicino al podio anche Tony Arbolino e Raul Fernandez, sesto e settimo, con quest’ultimo che nei primi giri è stato anche in lotta per la prima posizione. Ottavo Alonso Lopez, che nelle fasi finali ha perso terreno nella lotta per il podio, davanti a Celestino Vietti, nono e positivo anche qui in un’altra pista che non conosceva. Alle spalle di Vietti ha chiuso l’altro pilota dello Sky Racing Team Dennis Foggia, decimo al traguardo staccato di oltre 7 secondi dal vincitore, mentre delude Lorenzo Dalla Porta che chiude solamente in 13° posizione e mai in lotta per il podio. Chiude la zona punti Darryn Binder, crollato nella seconda metà di gara dopo un’inizio di corsa molto positivo in lotta con Antonelli e Fernandez per le posizioni di testa. Riccardo Rossi è l’ultimo dei piloti al traguardo in 21° posizione, mentre Romano Fenati è caduto a 8 giri dal termine perdendo il posteriore della sua moto andando poi a coinvolgere Jakub Kornfeil alle sue spalle, che non è riuscito ad evitare la sua moto ed è finito a terra anche lui.

Grazie anche alla caduta di Kaito Toba, la classifica del campionato cambia pelle con Aron Canet e Jaume Masia che dopo la gara di oggi sono appaiati in testa alla classifica con 45 punti. Alle loro spalle ci sono Dalla Porta e Antonelli a 32 punti, con Toba rimasto fermo a 31.

Immagine in evidenza: © Max Racing Team / Official Twitter Page



Non ci sono commenti