Test Abu Dhabi – Day 2 | Charles Leclerc si conferma il più veloce nei due giorni di test
Il pilota monegasco mette la sua firma sul tempo più veloce, dando un assaggio per la stagione 2019




28 Nov 2018 - 17:37

Cala definitivamente il tramonto sulla stagione 2018 di Formula 1 che quest’oggi ha visto il secondo e ultimo giorno di test collettivi ad Abu Dhabi, in cui i team hanno potuto provare esclusivamente le nuove specifiche portate da Pirelli in vista del 2019, oltre alle coperture utilizzate nel corso di questa stagione.

Questa mattina Charles Leclerc aveva da subito scalato la classifica dei tempi facendo segnare il crono più veloce, il quale è rimasto suo anche nel corso del pomeriggio. Il monegasco ha limato di appena un decimo quanto fatto nel corso delle prime ore dalla giornata terminando la sessione con un 1:36.450, contro l’1:36.556 registrato in mattinata. Il giro migliore del #16 è stato fatto utilizzando il Compound 5, ovvero la specifica 2019 delle Hypersoft, mentre ieri il suo futuro compagno di squadra aveva registrato la tornata più veloce utilizzando la mescola 2018.

Molto più staccati gli altri piloti che non hanno cercato il miglior tempo. Nelle prime posizioni troviamo Pierre Gasly che ha subito trovato feeling con la Red Bull piazzandosi in seconda posizione con 129 giri all’attivo. Bene anche Stroll che dopo l’esordio avvenuto ieri pomeriggio, anche oggi è tornato in pista con la Force India accumulando altri 122 giri e guadagnandosi il terzo tempo davanti a Valtteri Bottas.

Quinto tempo a ridosso del finlandese per Carlos Sainz alla prima apparizione con le vesti della McLaren, il quale precede Markelov che ha preso le redini della sua ex-Renault, ma solo in vista di questa sessione di teso. Pochi giri per George Russell, il quale ha dovuto cedere per più tempo del previsto il volante della Williams a Robert Kubica, che ha avuto dei problemi sulla sua monoposto nel corso della mattinata. Nonostante tutto il campione F2 2018 ha preceduto il polacco di quattro decimi. Tra i due la Toro Rosso di Kvyat che torna ufficialmente nel team di Faenza dopo un anno passato in Ferrari. Il russo è stato inoltre il pilota con più km all’attivo dato che ha percorso 155 giri, poco più di tre gran premi. Questo vuol dire che la Honda ha potuto acquisire quasi 1000km di dati in una sola giornata. Dopo di lui Luis Deletraz con la Haas.

E’ Antonio Giovinazzi, al debutto da pilota titolare, a chiudere la classifica fermando il suo cronometro sul tempo di 1:40.435. Il pugliese ha effettuato circa due gran premi e mezzo nel corso delle 8 ore in pista, ma il giro più veloce registrato questa mattina non è stato ulteriormente migliorato nel corso del pomeriggio.

Immagine in evidenza: © Callo Albanese - Scuderia Ferrari Media

Non ci sono commenti