Test Jerez, Day 1 | Bagnaia parte alla grande e si mette davanti a tutti. Pasini terzo
Il pilota della VR46 Academy detta il passo nel lunedì andaluso. Fenati il miglior rookie




13 febbraio 2018 - 15:18

Il primo giorno di test a Jerez de la Frontera si chiude con il primato di Pecco Bagnaia. Il torinese dello Sky Racing Team VR46 inizia nel migliore dei modi il secondo appuntamento del precampionato di Moto2, mettendo a referto il tempo di 1’42″330. Bene anche gli altri italiani della categoria.

Dopo il clima soleggiato della mattinata segnato da temperature miti, a mezzogiorno un repentino cambio meteorologico ha portato l’arrivo di qualche precipitazione sul circuito andaluso, ma nonostante ciò i test sono continuati regolarmente fino al termine della giornata.

Assenti a Valencia e tra i più attesi a Jerez, i piloti della scuderia di Valentino Rossi hanno subito dimostrato tutto il loro potenziale, grazie anche alla nuova Kalex subito ben assettata. Pecco ha dato il via a quello che sarà un anno importante per lui, lavorando subito benissimo sulla nuova moto provvista di una novità tecnica: le nuove sospensioni WP, che sono state preferite alle Öhlins.

Anche Luca Marini ha svolto un programma simile al compagno di box, mettendo insieme diversi passaggi interessanti che gli hanno fatto valere la sesta posizione finale a quattro decimi dal riferimento cronometrico del compagno di squadra.

Secondo miglior tempo per Alex Marquez (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS), a 166 millesimi da Bagnaia e davanti alla Kalex targata Italtrans di Mattia Pasini. Per l’esperto pilota romagnolo le prime uscite stagionali continuano a procedere per la direzione giusta nella ricerca dell’assetto ideale di base per l’intera stagione.

Dopo una prima sessione di test molto positiva al Ricardo Tormo, Lorenzo Baldassarri continua a essere decisamente competitivo anche a Jerez. Il portacolori del team Pons HP40 ha terminato la giornata al quinto posto provando molte novità, come ad esempio il nuovo telaio. Meglio di lui ha fatto però Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo), autore del quarto crono.

Prosegue, invece, l’apprendistato in Moto2 di Romano Fenati. L’ascolano ha svolto un lavoro in sella alla Kalex dicendosi soddisfatto del primo giorno su una delle sue piste preferite. Fenny è stato l’esordiente più veloce, chiudendo ai margini della Top 10 con il 12° tempo, mentre Joan Mir (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS), campione del mondo in carica di Moto3, ha pagato un distacco più grande dai primi.

Per quanto riguarda gli altri italiani, invece, Simone Corsi (Tasca Racing) è settimo a quattro decimi dal tempo di Bagnaia, Andrea Locatelli (Italtrans) è 27°, Federico Fuligni (Tasca Racing) 29° e Stefano Manzi (Forward Racing) chiude il gruppo al 31° posto.

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: