Test Paul Ricard, Day 1 | Marcus Armstrong chiude in testa la prima giornata dei test della F3
20 Marzo 2019 - 18:38
|
Il neozelandese precede Zendeli e Shwartzman nel Day 1. Al mattino Lundgaard al comando davanti ad un positivo Pulcini. Problemi per HWA con Hughes

E’ ufficialmente iniziata la nuova era della Formula 3, con i primi test collettivi che vedranno i 30 piloti protagonisti provare sul circuito francese del Paul Ricard oggi e domani. Il più veloce nella prima giornata è stato Marcus Armstrong, che nel pomeriggio ha stabilito il miglior tempo in 1:49.243. Il neozelandese della Prema è stato sempre al comando nella sessione pomeridiana riuscendo nel finale di turno a ottenere la miglior prestazione che gli consente di comandare la classifica con tre decimi di vantaggio su Lirim Zendeli, secondo con il ribattezzato Sauber Junior Team by Charouz. Positiva giornata per la Prema anche per il terzo posto ottenuto da Robert Shwartzman sulla bandiera a scacchi, con il russo che anche al mattino è stato capace di chiudere in terza posizione con l’ultimo tentativo lanciato.

Diverse bandiere rosse hanno caratterizzato la giornata odierna di lavoro, di cui due sono state esposte nel pomeriggio: la prima a inizio sessione dopo che Logan Sargeant è rimasto fermo in curva 7, e la seconda è stata causata da Juri Vips ad un’ora dal termine del turno per essersi fermato sempre alla stessa curva. Positivo Leonardo Pulcini che chiude al quarto posto la sua prima giornata di lavoro con la Hitech GP, staccato di soli 24 millesimi dal terzo posto di Shwartzman e distante 4 decimi dalla vetta. Alle spalle del pilota romano troviamo molto vicini Richard Verschoor e Simo Laaksonen in quinta e sesta posizione, con i due piloti della MP Motorspor staccati tra loro di soli 30 millesimi, e vicino a loro c’è Sebastian Fernandez, settimo a soli 23 millesimi dal finlandese che lo precede. A chiudere la Top-10 ci sono i due della ART Grand Prix Christian Lundgaard e David Beckmann, con Jehan Daruvala che porta la terza Prema in decima posizione. Solo 27° Alessio Deledda con la Campos staccato di +2.4 secondi da Armstrong.

Al mattino invece il più veloce era stato Christian Lundgaard che ha fermato il cronometro in 1:49.685, ben due decimi più veloce di quanto fatto nel pomeriggio. Alle spalle del pilota della Renault Sport Academy si era piazzato Pulcini, ottimo secondo davanti a Shwartzman, terzo alla bandiera a scacchi. Niko Kari ha chiuso la mattinata al quarto posto ed è stato il primo a non riuscire a superare il muro dell’1:50. Alle spalle del finlandese della Trident, Juri Vips ha chiuso la sessione mattutina in quinta posizione dopo aver completato la bellezza di 36 giri, risultando il più attivo in pista. Sesto Max Fewtrell (ART Grand Prix) davanti ad Alex Peroni (Campos), Pedro Piquet (Trident) e Verschoor, con l’olandese che a 20 minuti dalla pausa ha causato una bandiera rossa per essere rimasto fermo in curva 1 insieme a Devlin DeFrancesco, fermo a sua volta in curva 7. Logan Sargeant completa la Top-10 precedendo Laaksonen (11° al mattino), con questi ultimi cinque piloti raccolti in due decimi. Problemi invece in casa HWA Racelab sulla monoposto di Jake Hughes, ultimo al mattino con soli 5 giri effettuati e lontanissimo dai primi, e rimasto inattivo al pomeriggio per questi problemi sulla sua monoposto.

 

I tempi al mattino (© PREMA Team / Official Twitter Page)

I tempi del pomeriggio (© PREMA Team / Official Twitter Page)

Immagine in evidenza: © PREMA Team / Official Twitter Page



Non ci sono commenti