Toyota inattaccabili nelle prime libere di Sebring
14 Marzo 2019 - 19:29
|
Lopez firma il nuovo record della pista precedendo la gemella di Alonso. Dominio Aston Martin in Gt con le Ferrari ad inseguire




A Sebring è ufficialmente iniziato il fine settimana del FIA WEC, pronto a riaccendere i motori dopo la lunga pausa iniziata a novembre con la 6 ore di Shanghai. Le prime libere della 1000 Miglia che si disputerà in Florida sono andate, come di consueto, alle due Toyota. Jose Maria Lopez, sulla TS050 Hybrid #7, ha staccato il miglior tempo nella sessione notturna in 1’41”730. Si tratta anche del nuovo record ufficiale della pista, battendo di quasi 3 secondi quello dell’Audi di Fassler nel 2013. All’inseguimento c’è la vettura gemella, la #8 che con Kazuki Nakajima aveva comandato la prima sessione in 1’41”957. In serata, è stato Fernando Alonso il migliore dell’equipaggio, ma lo spagnolo non è andato oltre un 1’42”262 che lo ha relegato a mezzo secondo di distanza dall’argentino.

Lontanissimi gli altri privi del sistema ibrido. Le Rebellion erano state al terzo e quarto posto nella prima fase, ma successivamente sono state spodestate dalle BR1-AER del team SMP Racing nel corso della notte. Il terzo tempo è infatti della #17 di Stephane Sarrazin, in 1’43”009. Solo 10 millesimi più indietro troviamo la #11 condotta da Brendon Hartley, al rientro nel mondiale endurance dopo l’esperienza in Formula 1 con la Toro Rosso. Piuttosto vicine le Rebellion, con la #3 di Thomas Laurent davanti alla gemella #1 di Mathias Beche. In classe LMP2, è stato Stephane Richelmi a marcare la miglior prestazione, sull’Oreca 07 Gibson #38 del Jackie Chan DC Racing. Il monegasco ha staccato il tempo di 1’47”716, davanti a De Vries e Lapierre.

Tra le GTE PRO, Aston Martin al top in entrambe le sessioni. Il miglior crono di giornata se lo è preso la #97 di Alexander Lynn, accreditato di un 1’57”792 che gli ha permesso di precedere per appena 33 millesimi la Ford #67 di Harry Tincknell. Seconda fila virtuale composta dalla #66 di Stefan Mucke e dalla Ferrari #51 di Daniel Serra. La rossa era apparsa in estrema difficoltà nel primo turno, ma è venuta fuori con le temperature più basse della notte. Porsche e BMW più attardate, ma la casa di Stoccarda si è rifatta in GTE AM con la #86 di Benjamin Barker al comando in 1’59”327. Nella notte ci saranno la terza sessione di libere e le qualifiche.

Immagine in evidenza: ©Toyota Racing Facebook Page



Non ci sono commenti