VeeKay si aggiudica gara 2 dopo un contatto con Askew
11 Marzo 2019 - 19:00
|
Il pilota del Juncos Racing, alla seconda gara in Indy Lights, ottiene il primo successo nella categoria. Claman DeMelo alle sue spalle




ST.PETERSBURG – La stampa specializzata lo aveva elogiato negli ultimi mesi, candidandolo al ruolo di protagonista assoluto per la stagione 2019 della Indy Lights, e Rinus VeeKay non ha tradito le attese. Alla sua seconda gara nella categoria, il campione in carica della Pro Mazda ha ottenuto la sua prima vittoria nella gara 2 di St.Petersburg e ha lanciato un messaggio importante a tutti i suoi avversari in prospettiva campionato.

VeeKay si è preso la leadership al primo giro, superando in partenza Askew e spedendolo contro il muro di curva 3: il contatto è però stato giudicato un semplice incidente di gara, e VeeKay ha potuto proseguire indisturbato la sua cavalcata verso la vittoria. Solamente una caution provocata nel finale da un incidente di Megennis ha turbato per un attimo il pilota del Juncos Racing, che nei giri finali è riuscito a tenere a bada Claman DeMelo.

Nonostante il secondo posto, il pilota del Belardi Racing può sorridere, visto che ha lasciato St.Petersburg come leader del campionato e uomo di riferimento della serie. Terza posizione per Sowery, che si è messo in evidenza durante la corsa con un paio di bei sorpassi e un duello per la seconda posizione con Claman DeMelo, interrotto sul più bello dall’ingresso della pace car. Buon quarto posto per Malukas, che nella prima parte della gara era anche riuscito a issarsi in terza piazza, salvo poi capitolare in una lotta col compagno di squadra Sowery. Il pilota del Pelfrey ha comunque delle ottime ragioni per essere soddisfatto, avendo duellato ad armi pari coi piloti più quotati per vincere il campionato.

Quinto sul traguardo Falchero, che si è messo in evidenza per aver recuperato tre posizioni nell’arco della gara. Il francese ha preceduto sul traguardo Norman, sesto e ancora una volta ben lontano dalla possibilità di giocarsi un posto sul podio.

 

Immagine in evidenza: ©Juncos Racing/Official Twitter



Non ci sono commenti