Vinales: “L’obiettivo è essere il numero uno”
04 Febbraio 2019 - 13:26
|
Lo spagnolo è pronto a tornare davanti a tutti, cercando di battere innanzitutto il suo team-mate, Valentino Rossi




Un anno per ricominciare da zero, esattamente come per Yamaha. Questa la missione di Maverick Vinales, al terzo anno in blu, ora nero e blu. Il pilota di Figueres, dopo un inizio entusiasmante nel 2017, con tre vittorie in cinque gare, ha pian piano smarrito la bussola, accusando sempre più problemi in partenza, dovendo quindi recuperare tutto nella seconda parte di gara. Il 2019 potrà e dovrà essere l’occasione per risanare questi difetti, sperando di contare su un buon mezzo e sull’osmosi di dati tra lui e Valentino Rossi: “Mi sento molto bene, è un grande onore essere qui. Siamo pronti per spingerci al limite, siamo convinti di poter raggiungere un livello molto buono, non vediamo l’ora di iniziare. Le vacanze sono finite e adesso è tempo di tornare in moto. Spingeremo al massimo già nei primi test. Cosa posso imparare da Rossi? A volte è più veloce Valentino e a volte sono più veloce io, pertanto condividiamo i dati per provare a migliorare insieme. Questo è un aspetto molto importante, vista l’esperienza di Rossi, posso imparare tanto da lui. Proverò ad apprendere tutto il possibile da Valentino. Anno dopo anno sono migliorato come pilota, ma la mia crescita deve ancora continuare“.

© motogp.com

La mission one di Maverick sarà sicuramente quella di tornare davanti a tutti, potendo contare in primis sul nuovo capotecnico, e in secundis – puntando sulla superstizione – sul nuovo numero. Cercando ovviamente di arrivare davanti a Rossi: “Sono pronto per tornare davanti a tutti. Credo che questi cambi possano solo portarmi benefici, con Esteban Garcia come capotecnico posso solo fare bene. Potrò dare quel qualcosa in più che mi è mancato l’anno scorso. Mi fa piacere tornare al 12 perché non lo uso da tanto tempo, lo portavo da piccolo ed ero sempre in prima posizione, mi portava fortuna. Quale sarà la mia motivazione principale? Battere Rossi, gliel’ho anche detto. Proverò a restare concentrato, è importante in un Mondiale così lungo, bisogna mantenere un livello alto come stile di guida. Quando corri per la Yamaha, il tuo obiettivo è essere il numero uno“.

Immagine in evidenza: © motogp.com



Non ci sono commenti