Wolff sulle differenze tra Mercedes e Ferrari: “Siamo modesti quando vinciamo, e accettiamo anche un secondo posto”
03 Febbraio 2019 - 16:02
|
L'azionista della scuderia tedesca crede che il team cinque volte campione del mondo abbia una mentalità diversa rispetto a quella dei rivali




Toto Wolff ritiene che la mentalità sia alla base dei numerosi successi conquistati dalla Mercedes negli ultimi cinque anni, con la scuderia ufficiale della casa automobilistica tedesca che ha conquistato tutti i titoli piloti e costruttori.

Nel corso di un’intervista con gli olandesi di Formule 1, il boss della Mercedes ha infatti spiegato che la scuderia di Brackley riesce sempre a portare a casa il massimo risultato, senza disprezzare di accontentarsi di un podio nei momenti di difficoltà. Un fattore che, a suo avviso, manca invece alla Ferrari. Secondo l’ex pilota austriaco, il team italiano considera il secondo posto un fallimento, e questo metta troppa pressione all’ambiente.

“Fa parte del DNA della Mercedes rimanere modesti anche quando si vince – ha detto Wolff – Non pretendiamo di vincere, e non diamo per scontato il successo, che non è un qualcosa che ci spetta di diritto. Noi non affrontiamo ogni weekend di gara con la mentalità di dover trionfare a tutti i costi, e quando serve sappiamo anche accontentarci di un secondo posto. Se ci sono dei gran premi dove questo è il miglior risultato che possiamo portare a casa, io resto sereno. Questo penso che sia il tratto maggiormente distintivo fra noi e la Ferrari. Loro sono sempre al centro dell’attenzione, e questo di fatto li porta a voler vincere sempre, e un risultato al di fuori del primo posto non viene contemplato. Non importa che la squadra abbia fatto un lavoro incredibile: un secondo posto viene ritenuto un fallimento”.

Immagine in evidenza: ©Mercedes AMG F1/Official Facebook



Non ci sono commenti