WRC: in Sardegna comanda Dani Sordo su Suninen e Tanak, Ogier out
14 Giugno 2019 - 18:23
|
Indietro Thierry Neuville, autore di diverse imperfezioni e settimo in classifica, a quasi un minuto dal compagno di scuderia




C’è una Hyundai al comando del Rally Italia Sardegna, l’ottava prova del WRC, valida anche per il WRC2, il WRC3 e per il Campionato Italiano Rally. Ma non quella che ti aspetti, non quella di un Thierry Neuville opaco in venerdì sardo. C’è infatti Dani Sordo in testa alla classifica dopo 9 speciali e 126 km percorsi.

Una giornata complicata nel nord della Sardegna, visto che due speciali non sono state completate da parte di tutti i piloti: in particolare la settima prova ha visto l’annullamento dopo soli tre passaggi (quelli di Evans, Suninen e Meeke) a causa di un malore subito da un spettatore. Nonostante il programma della giornata “ridimensionato”, il veterano spagnolo ha mostrato di meritare la leadership, conquistata alla penultima prova odierna, quando ha ottenuto il miglior tempo al secondo passaggio di Tergu-Osilo.

Ora Sordo ha 10,8 secondi di margine su un sorprendente Teemu Suninen, brillante fin dal mattino con ben tre prove vinte, e poco più di 11 secondi sul pretendente al titolo Ott Tanak, autore di una giornata abbastanza accorta e lontano dai guai.

Guai che hanno colpito i diretti rivali in ottica iridata: in particolare Sebastien Ogier che nell’ultimo stage della mattinata – Monte Baranta – ha detto addio ai sogni di gloria finendo fuori strada a causa di una rottura della sospensione dopo il contatto con una grossa roccia. Anche Thierry Neuville non ha avuto una giornata semplice, complici scelte di gome sbagliate ed un danneggiamento del radiatore dopo essere passato in un fosso. Tuttavia il belga ha limitato i danni ed ora è settimo, a quasi un minuto dal compagno di squadra.

Ogier appiedato dopo l’incidente © wrc.com

A proposito di inconvenienti, anche Jari-Matti Latvala ha dovuto abbandonare, mentre era in testa alla classifica. Il finnico della Toyota nella sesta prova ha cappottato a seguito di un tornante di sinistro impostato male, ha ripreso la corsa perdendo oltre 8 minuti ma nell’ultima speciale ha avuto un altro inconveniente, terminando anzitempo la giornata.

Così in quarta posizione troviamo la seconda Hyundai di Andreas Mikkelsen, seguita ad un solo decimo da Elfyn Evans, con la Ford. Il norvegese ed il britannico sono a 20 secondi da Sordo. Sesto Kris Meeke, ad una decina di secondi da entrambi. Detto di Neuville in settima piazza, completano la Top 10 Esapekka Lappi, che ha avuto durante la mattinata un problema ad un sensore del motore, Juho Hanninen, test driver di Toyota schierato a sorpresa con quarto pilota ufficiale, e Pierre Louis Loubet, che sulla Skoda Fabia R5 guida la classifica riservata alle WRC2 davanti a Gryazin e Katsuta. Kalle Rovampera invece, oltre all’undicesimo posto complessivo, è il leader della WRC2Pro, davanti a Kopecky e Ostberg

Nella prossima giornata verranno affrontate 6 speciali (Coiluna-Loelle, Monti di Alà e Monte Lerno da ripetere due volte) per un totale complessivo di 142,42 km.

Immagine in evidenza: © Jaanus Ree / Red Bull Content Pool



Non ci sono commenti